Lecco, 09 aprile 2020. Paolo Lanfranchi, consigliere Provinciale del gruppo “Democrazia è Partecipazione”, ha inviato quest’oggi al Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli e ai  vari capigruppo una lettera in cui si chiede l’avvio di alcune azioni a livello territoriale.

Nello specifico, Lanfranchi ha chiesto al presidente Usuelli che venga avanzata una richiesta ufficiale alla Prefettura di Lecco per far sì che siano resi pubblici gli elenchi delle aziende che in questo periodo hanno ottenuto l’autorizzazione alla continuità della produzione in conformità al DPCM del 25 marzo.

“Tale richiesta – spiega il consigliere – è motivata dal fatto che a tutte le istituzioni, forze sociali e politiche, ma anche  a tutti i cittadini debba essere data, vista la diffusione dei contagi, la possibilità di controllo e segnalazioni rispetto ai dispositivi di legge, ivi compresa l’applicazione del protocollo di sicurezza prevista nei luoghi di lavoro”.
“I profitti – continua Lanfranchi – a nostro giudizio non possono e non devono avere una essenziale supremazia rispetto alla salute. Per questo ci preoccupa non poco la presa di posizione della Confindustria regionale, assunta con alcune altre regioni del Nord”.

Infine, con un occhio alla cosiddetta “fase 2” dell’emergenza Coronavirus, Lanfranchi ha sollecitato l’avvio della “cabina di regia” proposta dal PD regionale, al fine anche di favorire la sperimentazione, anche solo in alcune aziende, della riduzione d’orario a 35 ore a parità salario.