Lecco, 30 marzo 2020. La Polizia è entrata in azione nella mattina di ieri, domenica 29 marzo, per sedare una lite tra condomini degenerata in aggressione a Laorca, Lecco.

La Squadra Volanti della Polizia di Stato è dovuta intervenire a Lecco in via Ravalle, luogo in cui era stata segnalata una persona ferita con un’arma da taglio. Trovata la vittima, con una evidente ferita sullo stomaco, gli agenti hanno tentato di ricostruire l’accaduto: stando a quanto detto dall’uomo, un sessantenne di origini slave, ci sarebbe stata una lite con il vicino di casa, a causa di vecchie ruggini mai risolte. La lite sarebbe poi degenerata quando l’aggressore, dopo un’accesa discussione sul pianerottolo, avrebbe estratto una lama e improvvisamente avrebbe sferrato un fendente alla vittima, rientrata poi nel proprio appartamento per chiamare i soccorsi.

Il malcapitato, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Manzoni di Lecco, ha riportato una vistosa ma non profonda ferita, con una prognosi di 12 giorni.

L’autore, 50enne di origini bosniache, è stato immediatamente rintracciato dagli agenti e tratto in arresto per il reato di lesioni aggravate dall’uso dell’arma. Nella mattina di oggi, 30 marzo, ha avuto luogo al Tribunale di Lecco il giudizio direttissimo, dove l’arresto è stato convalidato ed l’aggressore condannato a 6 mesi con pena sospesa.