Don Franco Carnevali in una foto concessaci da www.chiesadimilano.it

Lecco il 22 marzo 2020 – Don Franco Carnevali, classe 1952,  parroco di San Carlo a Monza, nonché parroco di Gallarate e, prima ancora, responsabile della Pastorale Giovanile diocesana è morto ieri di Coronavirus. Una notizia terribile per la comunità lecchese che lo ricorda attivissimo novello sacerdote all’oratorio San Luigi dal 1976 al 1990. È morto dopo appena una settimana di malattia (Covid 19): settimana scorsa aveva celebrato messa.

UN SACERDOTE CHE DIEDE SPERANZA E FEDE A TANTI GIOVANI

don davide milani (2)
Monsignor Davide Milani

Don Franco, nato a Legnano il 12 dicembre 1952, era arrivato nel 1976, a meno di 24 anni, a Lecco come coadiutore dell’Oratorio con prevosto Ferruccio Dugnani e l’attuale vescovo don Luigi Stucchi come direttore de “Il Resegone”. Fino al 1990 restò a Lecco dopo di che divenne responsabile della pastorale giovanile diocesana e della Fom, la Fondazione Oratori Milanesi. «Lo conobbi – spiega il prevosto monsignor Davide Milani – come responsabile degli educatori dei giovani. Lui ha portato tanti a innamorarsi della parola di Gesù e del Signore. Ho condiviso con lui l’esperienza del consiglio episcopale di Milano quando ero portavoce di Scola e lui era vicario di Melegnano. Lo piange un’intera città in cui ha fatto tanto bene. Ha “tirato grandi” tanti ragazzi che hanno assunto posizioni importanti,  che hanno trovato una vocazione, che sono diventati padri di famiglia. Lo ricordo a seguire l‘oratorio di Valgreghentino: ci dava una mano a vivere l’esperienza e a coordinare le esperienze educative. Era un educatore che ti faceva vedere con la sua vita cosa volesse dire il Vangelo».

MERCOLEDI LA MESSA A SUFFRAGIO DI DON FRANCO E DI TUTTI I DEFUNTI DI QUESTI GIORNI

Luciano Gualzetti direttore di Caritas Ambrosiana

Anche Luciano Gualzetti , lecchese, direttore di Caritas Ambrosiana, lo ha avuto come “faro” della sua vita: «Sono cresciuto con lui da quando avevo 15 anni. Faceva capire ai ragazzi che la vita non è banale e bisogna affrontare la vita con fede e amore per la Chiesa. Tutti andavano ad ascoltarlo anche se poi non tutti accettavano le sue proposte radicali; ma tutti si sono confrontati con una visione importante e piena di fede. Lui ti portava alla scelta».  Mercoledì monsignor Milani celebrerà una messa in ricordo di don Franco Carnevali e di tutti i defunti lecchesi, religiosi e non, che non hanno potuto avere il conforto delle esequie religiose in questi tragici giorni.