Lecco, 21 marzo 2020 – “Per limitare ulteriormente gli spostamenti, gli affollamenti e il non rispetto delle norme igieniche, in questa delicatissima fase di contenimento, abbiamo dovuto disporre nuove restrizioni e chiusure”. A dirlo è il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, che nella sua newsletter spiega le disposizioni che sono entrate in vigore a partire da ieri, venerdì 20 marzo 2020. Le nuove restrizioni, nello specifico, riguardano la chiusura di cimiteri, sentieri e casette di acqua e latte.

 

CIMITERI:
Fino a sabato 3 aprile compreso i cimiteri cittadini restano chiusi
. In tale periodo l’accesso è garantito, comunque, agli organi di vigilanza sanitaria e giudiziaria nell’esercizio delle loro funzioni e per l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione e tumulazione di feretri o urne, con le limitazioni già in vigore (nel Cimitero Monumentale di Lecco e in quello di Castello possono partecipare alla funzione non più di 10 congiunti, non malati o in quarantena, oltre all’ufficiale celebrante, mentre negli altri cimiteri il limite scende a 5).

GIOCHI:

Gli esercizi nei cui locali, nei periodi ordinari, si svolgono attività miste (a titolo esemplificativo e non esaustivo: bar, tabacchi, sala giochi) sono autorizzati a svolgere e consentire esclusivamente le attività consentite dal Dpcm 11 marzo 2020 e hanno l’obbligo della
sospensione immediata di tutte le tipologie di gioco lecito che prevedono vincite in danaro (come ad esempio new slot, gratta e vinci, 10 e lotto) fino al 3 aprile 2020.


CASETTE DELL’ACQUA E DEL LATTE:

I distributori automatici di acqua e latte presenti sul territorio comunale sono chiusi fino al 3 aprile 2020.


PISTA CICLABILE, SENTIERI E PERCORSI ESCURSIONISTICI

È vietato fino al 3 aprile 2020:

a) l’accesso alla pista ciclopedonale posta tra Lungo Lario Piave e confine con il Comune di Abbadia Lariana
b) l’accesso ai 
sentieri e/o percorsi escursionistici, fatta eccezione per residenti, frontisti, gestori rifugi e organi di soccorso.