Alcuni dei giovani volontari che portano la spesa a Barzio alle persone per far sì che non si creino capannelli di persone fuori dai negozi

BARZIO il 20 marzo 2020 – Il presidente dell’Associazione Contrade di Barzio Achille William Rossi e il presidente degli Alpini di Barzio Gianbattista Scandella hanno cercato e dunque messo a disposizione della comunità ben sette volontari (Giuseppe Grassi, Andrea Minonzio, Enrico Scandella, Davide Casati, Aiace Smaldore, Massimiliano Casati, Adolfo Arrigoni), che aiuteranno gli esercenti della “capitale” della Valsassina a consegnare le spese porta a porta per minimizzare gli spostamenti delle persone dalle proprie abitazioni.

LA VOCE DEL PRESIDENTE DELLE CONTRADE DI BARZIO

«Il Comune  – spiega Rossi – ci ha supportato donandoci guanti, mascherine e occhiali. I volontari sono stati addestrati sui comportamenti e norme igienico sanitarie da tenere durante il loro servizio e verrà testata loro la temperatura ogni giorno. Gianbattista Scandella (presidente del gruppo Alpini Barzio) e io saremo in prima linea e orgogliosi dell’iniziativa e speriamo che sempre più persone possano utilizzare questo servizio limitando così inutili e pericolose code fuori dai negozi e supermercati».

Un modo intelligente e utile per stare vicini ai propri concittadini e ridurre al contempo la possibilità di contagio. Naturalmente l’utilizzo del servizio dovrebbe andare in primis ad anziani e persone fragili o sole, ma di limitazioni, per ora, non ne sono state date. Si vedrà con la pratica quotidiana del servizio se ci sarà bisogno di porre dei “paletti”.

Promotore dell’iniziativa il sindaco Giovanni Arrigoni Battaia, che forte dell’appoggio delle due associazioni darà sostegno al progetto con il consiglio comunale al completo e l’assessore ai servizi sociali Giovanna Piloni in prima linea.