Lecco, 17 marzo 2020. All’insegna del motto ‘fatti e non parole’ gli artigiani di Confartigianato compiono un gesto concreto di aiuto alle situazioni più drammatiche che il coronavirus sta generando. Confartigianato e ANCoS, l’Associazione del Sistema Confartigianato che si occupa di progetti solidali, hanno infatti messo a disposizione delle strutture ospedaliere italiane impegnate in prima linea nell’assistenza ai pazienti colpiti dal Covid-19 n.20 Ventilatori Polmonari Pressometrici.

I primi sei respiratori saranno consegnati entro il fine settimana in Lombardia: tre verranno donati all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e altri tre all’Ospedale Luigi Sacco di Milano. Nei giorni a seguire le apparecchiature saranno consegnate agli altri ospedali maggiormente congestionati e in difficoltà per la carenza della strumentazione indispensabile alla cura dei pazienti.

“ANCoS è attiva nella sua “veste” territoriale anche a Lecco – spiega Daniele Riva, presidente Confartigianato Imprese Lecco – e non è nuova a iniziative nate a sostegno della comunità locale in ambito sanitario, sociale e culturale. Nella nostra città, solo per citare gli ultimi esempi, ANCoS ha donato un pulmino per il trasporto dei pazienti agli Istituti Airoldi e Muzzi, un defribrillatore al Centro Sportivo comunale Al Bione e uno strumento all’avanguardia per il reparto di Oculistica dell’Ospedale Manzoni di Lecco. In ambito culturale, a Natale ANCoS è stata main sponsor della mostra dedicata al Tintoretto. Tanti piccoli e grandi gesti di solidarietà che vogliamo portare avanti grazie all’aiuto dei nostri artigiani e dei cittadini che vorranno continuare a sostenere ANCoS”.