Lecco, 12 marzo 2020. Sono diversi i comuni d’Italia che da alcuni giorni hanno deciso di procedere con la sanificazione e la disinfezione delle strade cittadine, misure di igiene che potrebbero in qualche modo contribuire al contenimento della diffusione del Coronavirus. Anche a Milano l’Amsa provvederà presto a questa che, da più parti, viene sostenuta come una vera e propria esigenza. Resa più semplice ed efficace dalla scarsa circolazione di veicoli e persone.

LECCO PER ORA DICE NO ALLA PULIZIA STRADE

L’assessore all’ambiente Alessio Dossi in una foto di repertorio mentre presenta un’iniziativa sul territorio

A Lecco, tuttavia, ancora non si è proceduto in tal senso: non per cattività volontà dell’amministrazione, anzi. L’assessore all’Ambiente del Comune di Lecco, Alessio Dossi, ha infatti spiegato che l’indicazione dell’avvio della pulizia straordinaria delle strade come ulteriore “mossa” di contenimento dell’emergenza causata dal Covid-19 deve essere impartita dall’autorità competente, e quindi dalla Regione o a livello ministeriale: “Fino ad ora non abbiamo ricevuto alcuna disposizione in tal senso. Ad ogni modo, se e quando arriveranno tali indicazioni, le metteremo in campo immediatamente”.

L’assessore Dossi prosegue: “Il fatto che dagli “alti piani” questa indicazione non sia ancora stata data, lascia pensare che sulla sua effettiva validità si nutra più di un dubbio. E questo, di fatto, andrà chiarito. Ad ogni modo, ad operare la disinfestazione delle strade – nel caso arrivasse al Comune la disposizione di procedere in tal senso – sarà con tutta probabilità Silea, l’azienda di riferimento nell’ambito territoriale della provincia di Lecco per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti che si occupa anche della pulizia delle strade”.

Da parte dell’azienda, però, non c’è nessun preallarme in tal senso, anche se la ditta si dichiara pronta a intervenire: “Al momento – dichiarano da Silea – non abbiamo eseguito questa operazione in nessuno dei comuni che gestiamo, ma ci teniamo pronti per rispondere ad ogni eventuale indicazione”.

CENTRI DI RACCOLTA RIFIUTI TUTTI CHIUSI

Nel frattempo, lo ricordiamo, l’emergenza Coronavirus ha condotto alla chiusura dei centri di raccolta dei rifiuti gestiti da Silea: nello specifico, il centro di via Buozzi, a Lecco, è momentaneamente chiuso ai privati ma rimane aperto per le ditte, mentre sul resto del territorio i centri rimangono chiusi per tutti, senza distinzioni. Questo, ovviamente, rischia di rappresentare un problema per tutte quelle attività che, per il momento, continuano ad essere operative senza limitazioni e che operano fuori dal comune capoluogo: “Per ovviare al problema – spiegano da Silea – stiamo valutando eventuali soluzioni alternative a quelle prese sino ad ora, in modo da non penalizzare le imprese collocate al di fuori del Comune di Lecco e che quindi non possono accedere al centro raccolta di via Buozzi, l’unico aperto in questo momento. L’obiettivo è quello di trovare qualche spiraglio anche per altri centri che possano offrire un minimo di servizio almeno alle aziende”.

Giulia Achler