Lecco, 06 marzo 2020. Per far fronte all’emergenza coronavirus è nato il Centro di Coordinamento Soccorsi (C.C.S.), il massimo organo di coordinamento delle attività di protezione civile in emergenza a livello provinciale, composto dai responsabili di tutte le strutture operative che operano sul territorio e presieduto dal Prefetto.

Il C.S.S. è nato in attuazione delle indicazioni operative diramate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, su decreto del Prefetto di Lecco Michele Formiglio. Questo nuovo organo avrà il compito di implementare e dare impulso alle attività di prevenzione e contenimento della diffusione del nuovo “Coronavirus, coordinando le iniziative degli Enti e delle Strutture operative presenti sul territorio.

In particolare, nell’ambito del C.C.S. sarà attivata un’Unità di Crisi – composta da funzionari della Prefettura, rappresentanti delle Forze di Polizia, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e dell’Autorità Sanitaria – dedicata al monitoraggio delle azioni di supporto necessario a garantire l’efficace gestione delle misure adottate sul piano socio-sanitario e garantire il pieno funzionamento dei servizi alla cittadinanza.

Il C.C.S. aggiornerà periodicamente le relative valutazioni in relazione all’andamento della situazione.

Le misure indicate dal Dipartimento della Protezione Civile di cui sopra prevedono, tra l’altro, la costituzione dei Centri Operativi Comunali – C.O.C. – nei Comuni in cui sono stati riscontrati casi di positività al “Coronavirus” non riconducibili ad una persona proveniente da un’area già interessata dal contagio, al fine di porre in essere le possibili azioni preventive. Analogamente provvederanno i Sindaci dei Comuni confinanti con quello direttamente coinvolto.