Lecco, 03-03-2020

Giovedì 2 aprile nell’Aula Magna del Politecnico la maratona di 12 ore

Consorzio Consolida, Legambiente Lecco e il Comune di Lecco, con il contributo di Fondazione Comunitaria del Lecchese, del Comune e di alcune aziende del territorio, promuovono, nell’ambito del progetto Living Land, l’evento “Hack4tourism”, la prima maratona (hackathon) di solution making collettivo per un’Economia Civile a Lecco.

Living Land per un’Economia Civile e Sostenibile è un progetto nato per coinvolgere degli studenti delle scuole superiori di Lecco e i giovani del territorio nel prendersi cura del proprio territorio in chiave turistica secondo i principi dell’economia civile che incrocia fattori ambientali, imprenditoriali e sociali.

L’evento Hack4tourism si svolgerà giovedì 2 aprile dalle 8 alle 20 nell’Aula Magna del Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano: 12 ore in cui gruppi di giovani, studenti e imprenditori sociali di Lecco, lavoreranno insieme per trovare e sviluppare idee innovative sul tema ambientale, proposte utili a migliorare l’offerta turistica del nostro territorio, attenendosi a 3 sottocategorie proposte: rifiuti e economia circolare (riutilizzo materiali di scarto), cittadinanza attiva e spazi (rigenerazione aree o edifici abbandonati, scambio di tempo, mansioni e saperi),gastronomia e benessere (cibo a filiera corta, biologico).

Al termine della “maratona” saranno premiate tre idee progettuali innovative, che verranno poi trasformate in realtà da cooperative sociali del territorio. I primi tre progetti, giudicati da una giuria, otterranno la possibilità di vedere finanziata la propria proposta (primo classificato) e di essere accompagnati in un percorso formativo-consulenziale che ne supporti la realizzazione (primi tre classificati).

Possono partecipare all’evento tutte le persone dai 17 anni compiuti, compilando il modulo disponibile su Eventbrite a questo collegamento. Sarà possibile iscriversi anche in team precostituiti da 3 a 5 membri, compilando un modulo per ciascun membro del team, avendo cura di segnalare sullo stesso i nomi degli altri membri.Il termine delle iscrizioni è fissato per venerdì 20 marzo alle 12.

“Come Consorzio – spiega il presidente di Consolida Lorenzo Guerra – abbiamo sperimentato in più occasioni il lavoro a contatto con i ragazzi del territorio, ma oggi la sfida è quella di dar loro voce, in un’ottica di responsabilità sociale allargata, legata al tema ambientale e turistico, stringendo alleanze fondamentali con il mondo imprenditoriale. Le idee che i giovani lecchesi faranno emergere nel corso della giornata possono diventare un’occasione preziosa per il mondo cooperativo di intraprendere azioni innovative in un campo oggi così centrale come quello della sostenibilità ambientale”.

“Come Legambiente ci stiamo muovendo a livello nazionale per la promozione dei Distretti di Economia Civile nei territori e quindi siamo molto felici di aver costruito questo progetto insieme al Consorzio Consolida e al Comune di Lecco che ha piantato un ulteriore seme in questa direzione – commenta la presidente di Legambiente Lecco Laura Todde – Portare avanti progetti in rete tra amministrazioni, associazioni, cooperative e mondo profit è quello che serve per generare cambiamento nei modelli economici tradizionali e connettere il valore economico con i valori ambientali e sociali per creare un bene comune. Sarà fondamentale la partecipazione dei giovani del nostro territorio a questo evento, proprio a loro viene data l’opportunità di costruire qualcosa di concreto per lo sviluppo turistico nel lecchese. Speriamo quindi di veder nascere proposte innovative e soprattutto che contengano gli elementi chiave dell’economia civile”.

“Questo è un primo importante passo concreto del percorso avviato dal Distretto di Economia Civile di Lecco, primo capoluogo di provincia del nord Italia a deliberare in questa direzione – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Lecco Alessio DossiCon alcuni dei partner che lo compongono abbiamo provato a dare una forma sostanziale all’idea che stava dentro al Distretto: come possiamo far stare insieme economia, esigenze sociali e il contrasto al cambiamento climatico in atto? Questa progettualità ci è sembrata la miglior risposta possibile perché si rivolge alle generazioni che più ci chiedono di agire in tema di ambiente e propone l’idea che le soluzioni vengano anche dall’intraprendenza di ognuno, con un attenzione particolare anche ai diritti di tutti. Oggi non abbiamo chance di centrare i temi del cambiamento climatico, della giustizia sociale e della crescita economica se non capiamo che sono un tutt’uno. Dobbiamo incominciare a lavorare in maniera trasversale e questa è l’anima di questo progetto”.

“La Fondazione Comunitaria del Lecchese sostiene con convinzione il progetto Hack4tourism – afferma il Presidente Mario Romano Negri – ed apprezza, in particolare, la scelta di far convergere le competenze tecniche di docenti universitari e dei tecnici delle imprese lecchesi con l’entusiasmo e lo sguardo innovativo dei giovani. Voglio ringraziare anche le aziende del territorio che hanno sposato il progetto e lo stanno sostenendo economicamente attraverso donazioni alla nostra Fondazione”.