Lecco, 28 febbraio. Dati positivi emergono dall’indagine di Customer satisfaction effettuata da Centro Studi Diagramma per Lecco Trasporti Scarl relativa agli utenti del trasporto pubblico locale urbano della Provincia di Lecco.

L’analisi viene effettuata due volte l’anno e gli ultimi risultati raccolti riguardano le interviste effettuate dall’11 al 19 luglio 2019 alle fermate e sui mezzi di Lecco Trasporti in tre diversi punti: Lecco Ospedale, via Montello/via Sassi e Calolziocorte.

21 le domande effettuate per risposte con una scala di riferimento strutturata in 4 gradazioni, dalla massima soddisfazione alla minima, con una ulteriore opzione legata alla mancanza di una opinione a riguardo, tradotte in punteggi in base 10. I rilevatori hanno riguardato la modalità di utilizzo del trasporto pubblico locale e la qualità percepita.

I dati emersi restituiscono un giudizio complessivamente positivo sulla qualità del servizio, con molta soddisfazione degli utenti rispetto alla condotta di guida del conducente e alla sicurezza del viaggio, alla puntualità e alla regolarità alle fermate e ai capolinea. Positivo anche il riscontro sul fronte della sicurezza in relazione a possibili furti e molestie durante il viaggio.

Gli utenti si sono dimostrati abbastanza soddisfatti della frequenza e del numero delle corse, elemento chiave quando si tratta di mezzi pubblici, nonché del dialogo con l’azienda (customer care, richieste, reclami e suggerimenti) e del comfort dei veicoli. Punto di forza la pulizia e la disponibilità dei posti a sedere, nonché delle pedane mobili e di ancoraggio delle carrozzine. Risultati positivi e stabili, che rivelano tuttavia anche un margine di miglioramento, sul quale è necessario lavorare.

Fanno il paio con questi positivi riscontri, i risultati economici positivi dell’azienda di trasporto pubblico locale dell’ultimo quadriennio, nel corso del quale Linee Lecco ha registrato utili per 42.495 mila euro (nel 2016, 26.466 mila euro, nel 2017 e 20.439 nel 2018). Risultati frutto del servizio di trasporto pubblico locale  e, in parte, dell’attività di noleggio, con investimenti aziendali che nel 2018 hanno toccato i 2.010.795 milioni di euro e donazioni erogate a scuole, istituti per anziani, parchi e  giardini, asili e scuole dell’infanzia, cooperative e associazioni di volontariato che nel 2019 hanno raggiunto i 38.905 mila euro.