LECCO il 23 febbraio 2020 – L’ordine dei medici, dei chirurghi e degli odontoiatri lombardo interviene per tranquillizzare e rassenerare tutti quei cittadini che stanno vivendo le misure intraprese da Stato e Regioni come il segnale di una imminente apocalisse. Non è così. Spiegano, infatti, i medici che il Coronavirus “nella maggior parte dei casi ha un decorso benigno avendo una mortalità relativamente bassa”. Tuttavia la pdurenza suggerisce di assumere da subito in modo più stretto tutte le misure di precauzione per evitare il diffondersi dell’infezione. “Misure che, di fatto, coincidono con le buone pratiche cliniche che  sarebbe sempre opportuno mettere in atto in caso di rischio (a esempio in caso di epidemie influenzali) e che, in questa occasione, possono essere particolarmente utili”.

LE NUOVE RACCOMANDAZIONI DI BUON SENSO

Ecco dunque che i medici, in caso di malattie febbrili, consigliano. 1) di non accedere direttamente al Pronto Soccorso, agli ambulatori di continuità assistenziale e allo studio del medico di famiglia; 2) in caso di malattie febbrili si chiede di contattare telefonicamente il medico di famiglia (o, negli orari previsti, il medico di continuità assistenziale), che, sulla base di una prima valutazione dei sintomi e della storia clinica, valuterà la necessità o meno di una visita e se la visita dovrà svolgersi in studio o, eventualmente, in casi particolari, a domicilio; 3) in caso di visita ambulatoriale il medico indicherà le modalità più opportune di accesso; 4)in caso di eventuali casi sospetti il medico inviterà il paziente a contattare il 112 e/o il reparto di malattie infettive anche senza provvedere a visita, allo scopo di disporre l’accesso protetto alla struttura ospedaliera e di effettuare i necessari accertamenti, senza passare dall’attesa del Pronto Soccorso; 5) sin considerazione della difficoltà della situazione si chiede di non affollare comunque gli studi medici per problematiche che possono essere rimandate; per informazione contattare il numero verde 800894545 istituito dalla Regione Lombardia.

In allegato il file del comunicato giratoci dal presidente dell’Ordine dei Medici di Lecco Pierfranco Ravizza.

Avviso agli assistiti – Coronavirus