Lecco, 20 febbraio 2020. La Squadra Volanti della Polizia di Lecco è stata coinvolta nella giornata di ieri, mercoledì 19 febbraio, in un arresto per furto aggravato.

È successo alle ore 14 circa, al centro commerciale La Meridiana di Lecco. Gli agenti sono intervenuti per la segnalazione di un furto avvenuto in un negozio di articoli sportivi. In particolare, poco prima dell’arrivo dei poliziotti, il personale di sicurezza aveva notato un uomo che, aggirandosi con fare sospetto, aveva preso quattro pantaloni da provare, rimettendone via solamente tre e dirigendosi verso l’uscita. Una dipendente del negozio, a quel punto, aveva poi controllato i capi riposti e all’interno di un pantalone aveva trovato una placca antitaccheggio tagliata.

Il ragazzo appena diciottenne è stato individuato appena uscito dal negozio, bloccato dall’addetto alla sicurezza. Arrivata la Polizia, B. A. A., di nazionalità rumena, ha ammesso agli agenti di aver commesso il furto e ha riconsegnato i pantaloni rubati poco prima, dichiarando di aver in tasca una tronchesina con la quale aveva tagliato la placca antitaccheggio.

Il controllo di polizia ha anche permesso agli agenti di trovare una pinza, due cacciaviti e una forbice da elettricista all’interno dello zaino dell’uomo. L’uomo ha poi dichiarato ai poliziotti che gli oggetti servivano ad aiutare saltuariamente un suo amico elettricista. Non convinti, gli agenti hanno poi scoperto dall’uomo che la merce era stata presa, senza pagare, all’interno del Bennet, togliendoli dalla propria confezione originale.

Il giovane, con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per i reati di furto aggravato e di tentato furto aggravato. Nella mattina di oggi, al Tribunale di Lecco, il processo direttissimo ha convalidato l’arresto ed è stata applicata la misura dell’obbligo di firma alla Polizia Giudiziaria in attesa di giudizio previsto per il 24 marzo.