Lecco, il 12 febbraio 2020 – Un vero e proprio successo. Prima Francesca Bonacina, vicesindaco di Lecco, insieme a Montagne Lago di Como, alla communication manager Orietta Colturri, al responsabile del progetto Carlo Montisci, e agli altri “partner” ha illustrato, lunedì scorso, il progetto “Le vie del viandante 2.0”. E martedì c’è stata, da parte del Comune e della Pro Loco di Colico, con il sindaco Monica Gilardi in testa, la doppia presentazione del Giro d’Italia U23 che partirà da Colico per l’ottava tappa il 12 giugno e poi di “Colico in cantina” che si svolgerà a seguire, il 20, 26 e 27 giugno. Insomma, il Lago di Como protagonista attraverso le sue eccellenze.

UN PROGETTO DA QUASI DUE MILIONI DI EURO

Il percorso de “Le vie del Viandante 2.0”

Quasi interamente finanziato da Ue, Svizzera e Stato italiano, il progetto “Le vie del viandante 2.0” porterà 1,7 milioni di euro per i progetti di valorizzazione del Sentiero del Viandante, ma anche di tutti quei sentieri che, da piazza Duomo a Milano, attraverso la Martesana, porteranno dal capoluogo meneghino fino al Passo di San Bernardino valorizzando le bellezze del territorio e gli eventi “off road”. Per la prima volta poi è stato presentato anche un catalogo, da parte della Rete d’Imprese Montagne Lago di Como, che contiene tantissime proposte di “pacchetti turistici” delle nostre zone. Praticamente è la prima volta che otto tour operator locali si impegnano a fare “incoming”, ovvero a portare a Lecco turisti di ogni parte del mondo che possano far crescere il movimento economico legato a questa vera e propria “industria” che sta muovendo i primi passi nel nostro territorio. La presentazione ha avuto la benedizione dell’assessore al Turismo di Regione Lombardia Lara Magoni e del sistema turistico regionale. Alla presentazione anche i rappresentanti di vari comuni del territorio, in primis Bellano con il sindaco Antonio Rusconi, tra i più convinti sostenitori del progetto.

COLICO PER IL GIRO D’ITALIA U23 E LE MANIFESTAZIONI COLLEGATE

Da sinistra Sabrina Rabbiosi, Nada Mazzina, assessore regionale Lara Magoni e il sindaco di Colico Monica Gilardi
Lara Magoni “intervista” la vicesindaco di Lecco Francesca Bonacina sul progetto “Le vie del viandante 2.0”
Da sinistra Carlo Montisci, Stefano Gianola, Orietta Colturri e la vicesindaco di Lecco Orietta Colturri. Da destra il sindaco di Bellano Antonio Rusconi e la delegata provinciale al Turismo Irene Alfaroli alla presentazione

Martedì 11, poi, è stato presentato dal sindaco di Colico Monica Gilardi, dall’assessore al Turismo Sabrina Rabbiosi, dal presidente della Pro Loco Tullio Cristini, dalla direttrice dell’Infopoint Nada Mazzina e dal vicepresidente della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera, Pietro Pensa, il giro d’Italia ciclistico Under23. Un’occasione speciale che il 12 e 13 giugno porterà sul lago il meglio dei giovani ciclisti italiani e non solo. L’ottava tappa del 12 giugno partirà da Piazza Garibaldi a Colico e tornerà sempre a Colico dopo aver percorso i 159 chilometri di tutto il perimetro del Lario. Una vetrina internazionale davvero di prim’ordine. E il 20, 26 e 27 giugno, sempre a Colico, ecco “Colico in cantina”, ovvero i percorsi enogastronomici che porteranno a scoprire il paese degustando vino e “spizzicando” specialità del territorio attraverso quindici cantine colichesi e due percorsi, uno “local” e l’altro nazionale.

IL SOSTEGNO DI REGIONE LOMBARDIA ALLE INIZIATIVE LECCHESI

Sia del progetto “Le vie del Viandante 2.0” sia del Giro d’Italia ciclistico U23, che di “Colico in cantina”, l’assessore regionale Lara Magoni è rimasta entusiasta garantendo il massimo sostegno alle tre iniziative. Non a caso, all’interno della Borsa Internazionale del Turismo, i comuni e le associazioni che hanno voluto illustrare le manifestazioni di quest’estate e del prossimo futuro sono state tutte ospitate all’interno del padiglione 3, dedicato alla Lombardia e nel quale molti espositori lecchesi hanno potuto far conoscere al mondo l’offerta turistica del nostro territorio. Erano presenti l’azienda di trasporti Lariobus, il tour operator Experience Italy-Lake Como Food Tours, il Museo della Guerra Bianca con i Forti Montecchio Nord e Fuentes di Colico, l’Infopoint di Lecco provinciale e comunale di Bellano, i promoter della Lake Como Tourism, il Como Lake East Side Hospitality, ovvero il consorzio alberghiero di Lecco, Malgrate e Valmadrera e, in forma varia diversi comuni del territorio. Dervio, Colico, Bellano, Lecco, in primis. Insomma una Bit 2020 che ha portato tante novità e tanta speranza nel mondo dell’economia turistica lecchese.

Marcello Villani