Lecco, 11 febbraio 2020. Frutto del protocollo d’intesa sottoscritto da Comune di Lecco, Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco e Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Lecco, nasce un nuovo sportello informativo gratuito sulle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), ovvero la possibilità che ogni cittadino ha di esprimere la propria volontà nel merito delle terapie e dei trattamenti sanitari che intende o non intende ricevere nel caso in cui non sia più in grado di prendere decisioni per sé o non le possa esprimere chiaramente, per una sopravvenuta incapacità.

IL NUOVO SPORTELLO “DI’ LA TUA”

Per conoscere quali siano le possibilità offerte dalla legge, acquisire la consapevolezza necessaria alla redazione delle proprie volontà in materia e mantenersi aggiornati, lo sportello gratuito sulle Disposizioni Anticipate di Trattamento “Di’ la tua” rappresenta un un’occasione da non perdere. “Di’ la tua” sarà operativo a partire dal prossimo 4 marzo, presso l’Ospedale Manzoni di Lecco. L’attività sarà svolta presso il Poliambulatorio (piano 0 – settore arancio, stanza 24) nella giornata di mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 con periodicità quindicinale per un totale di 6 persone al mese (3 persone a seduta – durata della consulenza 40 minuti ciascuna). La prenotazione per l’accesso allo sportello è a cura della segreteria dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Lecco. Il servizio di prenotazione è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, contattando il numero 0341/364956.

 

LE DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO

La redazione delle proprie DAT, facoltà istituita con la Legge 219 del 2017, è libera e volontaria. Può essere effettuata da ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere attraverso un atto pubblico notarile, una scrittura privata autenticata o una scrittura privata non autenticata da consegnare personalmente all’ufficio di stato civile del comune di residenza. Le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

 

IL SINDACO DI LECCO VIRGINIO BRIVIO

“Una collaborazione, quella sancita dal protocollo sottoscritto con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco e l’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Lecco, che ci consente di, è proprio il caso di dirlo, lavorare insieme su di un fronte tanto importante, in termini di autodeterminazione, quanto delicato, per la complessità degli aspetti da conoscere e valutare, all’atto di una scelta che deve essere assolutamente informata e consapevole. Lo sportello che sarà attivato presso l’Ospedale Manzoni di Lecco si aggiunge, in termini di servizio informativo gratuito alla cittadinanza, ai numerosi sportelli avviati con successo in questi anni in municipio, in collaborazione con le realtà del territorio che si occupano dei diversi temi trattati. Concludo ringraziando i professionisti dell’ASST e dell’OMCEO di Lecco che metteranno le loro competenze al servizio di questa nuova importante iniziativa.

 

IL PRESIDENTE DELL’OMCEO LECCO, PIERFRANCO RAVIZZA

“L’Ordine del Medici di Lecco è orgoglioso di contribuire ad accompagnare i cittadini che lo desiderano a compiere in modo ragionato una scelta tanto importante per il proprio futuro. Questa iniziativa costituisce uno dei molti modi con cui la comunità dei Medici intende essere vicina ai Cittadini nella gestione della salute, aiutandoli ad affrontare con la massima consapevolezza le scelte innanzitutto di salute e, quando necessario, di cura. Tengo a sottolineare l’importanza, per il cittadino, di cercare supporto presso i professionisti della salute, che malgrado le tante chimere fornite dagli strumenti di informazione, soli possono assisterli adeguatamente nel proprio specifico percorso di cura. Mi piace ricordare infine che l’Ordine dei Medici, anche in questo caso, interpreta il proprio ruolo principale che è quello di farsi garante dell’operato dei Medici a supporto del benessere fisico e psicologico delle Persone Assistite.

 

IL DIRETTORE GENERALE DELL’ASST DI LECCO, PAOLO FAVINI

Sono particolarmente felice di questa iniziativa nata dalla collaborazione con il Comune di Lecco e l’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Lecco. Mi pare proprio che l’accesso a questo servizio, che reputo di grande civiltà, corrisponda alla Legge che tutela il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona. Ultimo e non ultimo, ringrazio il personale sanitario che ha aderito con entusiasmo a questo progetto.