Lecco, 7 febbraio 2020. L’introduzione della Tariffa Puntuale è stata approvata ieri, 6 febbraio, alla seduta della giunta comunale.

La tariffazione puntuale è un sistema di gestione dei rifiuti che identifica i quantitativi volumetrici di rifiuto indifferenziato (attraverso il conteggio dei sacchi esposti) prodotto dalle singole utenze, con l’obiettivo di calcolare la tariffa anche in base all’effettiva produzione di rifiuti non differenziati.

Approvata quindi la proposta progettuale di SILEA, gestore del servizio integrato dei rifiuti e partirà con la comunicazione alla cittadinanza, la distribuzione dei sacchi RFID e la prima fase di conta dei sacchi di frazione indifferenziata conferiti, a partire dal 2021. La tariffazione puntuale vera e propria, che modificherà anche la strutturazione della TARI con l’obiettivo di renderla più equa in relazione all’effettivo comportamento delle singole utenze, partirà invece dal 2022. Per i cittadini, quindi, sarà semplicemente necessario smaltire i rifiuti indifferenziati non più in sacchi qualsiasi, ma in appositi sacchi dotati di una tecnologia in grado di essere rilevata e contabilizzata dagli operatori.

Tra gli obiettivi di questa scelta c’è la volontà di migliorare la raccolta differenziata, legando una componente della futura tariffa anche all’effettivo quantitativo volumetrico di sacchi di rifiuto indifferenziato esposti. Questo produrrà infatti una tariffa più equa, ovvero maggiormente legata all’effettivo comportamento di chi produce i rifiuti.

Così l’assessore all’Ambiente del comune di Lecco, Alessio Dossi: “L’obiettivo che ci siamo posti ha un valore ambientale importantissimo: se vogliamo ridurre i rifiuti che vanno all’inceneritore e se vogliamo andare sempre più verso una gestione circolare degli stessi, la tariffazione puntuale è un elemento fondamentale. Questo sistema intende guidare le scelte collegate con gli stili di vita dei cittadini portando – a monte – a una più generale riduzione della produzione dei rifiuti e all’innesco di comportamenti virtuosi. Ora spetterà al Comune e a Silea gestire tutto al meglio passo dopo passo. Nei prossimi mesi scenderemo negli aspetti progettuali di dettaglio e daremo una comunicazione attenta e chiara alla popolazione, sottolineando che la tariffazione puntuale dei rifiuti è un’importantissima risposta a quella richiesta di maggiore attenzione all’ambiente che – fortunatamente – si è ormai diffusa nella sensibilità delle persone”.