Lecco il 1 febbraio 2020 – E’ stata una donna, Antonella Celeste di Valmadrera, a far strappare il biglietto d’ingresso alla mostra del “Tintoretto Rivelato” numero 20mila. Un numero speciale, davvero record per tutte le mostre mai tenute a Lecco. Dall’inizio della mostra a oggi, sono state quasi 430 le persone che di media si sono recate a Palazzo delle Paure nei 48 giorni di apertura della mostra voluta dal Prevosto di Lecco, monsignor Davide Milani, dal Comune di Lecco e da una serie di sponsor privati che hanno sposato da subito l’iniziativa. I turisti e i visitatori sono venuti da tutta la Lombardia (province di Sondrio, Bergamo, Lodi, Varese, Milano, Monza Brianza, Mantova), ma anche da altre regioni soprattutto nei giorni delle vacanze di Natale (Marche, Veneto, Lazio, Toscana soprattutto). Tra i visitatori stranieri tanti tedeschi, svizzeri, francesi, ma anche americani e persino australiani. In complesso, il 21% dei visitatori è arrivato da fuori provincia.

TANTISSIMI RAGAZZI COINVOLTI NELLE SPIEGAZIONI

I ragazzi che hanno illustrato la mostra erano in alternanza-lavoro e ne sono stati coinvolti ben 128 che, in media, hanno condotto le visite per circa 25 ore ognuno. Cinque le ore di formazione obbligatoria e le restanti di servizio. Alcuni studenti, soprattutto le guide, hanno fatto fino a 35 ore. Il 60% dei ragazzi in alternanza è di classe terza. Undici le scuole coinvolte: 2 dal Marco Polo di Colico, 3 da Liceo Collegio Volta Lecco, 17 da ITS Parini Lecco, 14 da IS Rota Calolzio, 7 da IISS Gandhi Besana, 16 da LS e M Grassi Lecco, 3 da Ima Lecco, 14 da Liceo Leopardi Lecco, 43 da liceo Manzoni Lecco, 9 da Liceo Medardo Rosso Lecco. La gestione e l’accoglienza delle visite ha coinvolto anche 10 studenti universitari e 20 volontari adulti (guardiania e gestione vendita gadget), per metà volontari della comunità pastorale, per metà frequentanti l’Università della terza età.

UN PARTERRE DI SPONSOR DI PRIM’ORDINE

Sono state ben 26 le aziende pubbliche/private che hanno voluto dare sostegno all’iniziativa. I materiali a stampa realizzati sono stati: 250 espositori, 20.000 pieghevoli; 6 poster 6×3; 3.000 locandine; 5.000 A4; 3.000 segnalibri; 1.000 manifesti; 1.000 cataloghi; 500 inviti a stampa; 10.000 cartoline; 2.000 T-shirt; 2.000 magneti; 4.000 adesivi. Il che ha prodotto anche 224 servizi su stampa online/offline e tv.

INCONTRI “IL MISTERO NELL’ARTE”

Cinque gli incontri «Il Mistero nell’Arte». Sul palco si sono alternati GIUSEPPE FRANGI, DON DAVIDE MILANI, GIOVANNI VALAGUSSA, GIULIANO COLLINA e NADIA RIGHI. Il che ha interessato una settantina di spettatori in media a ogni incontro. La conferenza finale con Vittorio Sgarbi, che si terrà al Polo territoriale lecchese del Politecnico domenica 2 febbraio, ha già “venduto” (ingresso gratuito) 680 posti che sono andati subito tutti esauriti.