Lecco, 27 gennaio 2020. Nulla da fare per la Limonta Sport Costa Masnaga, sconfitta fuori casa da Le Mura Lucca con il risultato di 73-68.

Il Costa cade contro Lucca (Foto di Marco Brioschi)

Al Palatagliate il Costa parte con il quintetto composto da Matilde Villa, Baldelli, Davis, Frost e Pavel, mentre Lucca risponde con Bonasia, Ravelli, Jeffery, Zempare e Jakubcova. Partenza sprint per le pantere, con uno 0-5 confezionato da Baldelli e Pavel. Ravelli apre le marcature per Lucca, Jeffery in transizione accorcia, ma Basket Costa sfila dalla manica un altro break: Davis dalla lunetta fa 2/2, Villa e Davis segnano da due e le pantere volano sul 4-11 al 4′, con coach Iurlaro costretto a chiamare time-out. Jakubcova e la fisicità di Zempare fanno male a Costa. Dentro Rulli, Seletti chiama zona 2-3 ed è proprio la nostra numero 8 a battezzare il suo ritorno in campo, dopo l’assenza con San Martino di Lupari, due liberi. Spinelli entra in campo e va subito a segno, e il canestro dalla lunga distanza di Baldelli significa massimo vantaggio per Costa, +8. Lucca, però, non abbassa la testa e allo scadere della prima frazione scrive a tabellone il 17-20 al 10′.Il secondo quarto si apre con Balossi in campo e la coppia Spinelli-Frost a segno: Davis infila il suo ottavo punto e Basket Costa torna a +5, 21-25 al 12′. Jeffery va a segno in penetrazione, si vede in campo anche Vittoria Allievi. Bonasia e Zempare trascinano le toscane di nuovo avanti nel punteggio, ma il canestro di Davis permette alle pantere di rimettere il naso avanti al 20′, 32-33.

Lucca parte bene dopo la pausa lunga e si porta in vantaggio, sul 42-37, con un parziale di 10-4 firmato Zempare, Ravelli e Jakubcova. Le pantere non riescono a trovare una valida e continua produzione offensiva, ma i canestri di Rulli e Baldelli permettono comunque di rimanere a contatto, 47-43 al 26′. Bonasia è scatenata: prima segna, poi manda a canestro Madera e ispira pure la tripla di Ravelli, con cui Lucca prova la fuga, 54-43. Spinelli blocca l’emorragia offensiva, poi Rulli nell’ultimo minuto del terzo quarto infila 4 punti che riducono il gap sul 55-49 al 30′. Zempare, Jeffery e Jakubcova spingono ancora avanti le toscane, ma la fiammata di Matilde Villa risolleva le pantere: prima assist per Allievi che segna in transizione e poi super tripla mettendosi in proprio che vuol dire -6, 62-56 al 33′. Baldelli serve bene Pavel nel pitturato, ma Bonasia arriva a quota 16 punti, prendendosi diverse responsibilità in attacco: 68-59 al 35′. Jeffery segna da tre dopo un lay-up di Baldelli e Lucca riporta il margine in doppia cifra, 71-61. Pavel e Baldelli suonano la riscossa e la Limonta Sport Costa Masnaga torna a -5, 73-68 a 2’45” dal termine. Le pantere hanno tre opportunità in contropiede e altre a difesa schierata, ma la palla non ne vuole sapere di entrare e alle toscane basta amministrare per portare a casa i due punti. Finisce 73-68.
Il coach del Costa Paolo Seletti è intervenuto al termine del match: “Siamo migliorate. Non è solo un’impressione generale, ma lo dicono le cifre: più solide, più quadrate, più intense. Soffriamo ancora la fisicità e la pressione, ci perdiamo a volte in un bicchier d’acqua: le 16 palle perse e la sofferenza a rimbalzo hanno permesso a Lucca di avere 16 tiri in più, troppi per pensare di poter vincere qui, nonostante una buona partita. Offensivamente abbiamo mancato nella gestione della palla, mentre in difesa abbiamo concesso troppe penetrazioni a una squadra che oggi non aveva buone percentuali fuori dal pitturato. Con qualcosa in più si potevano portare a casa i 2 punti. Adesso testa alla sfida contro Torino, dobbiamo compattarci quanto più possibile e farci trovare pronte”.
Il prossimo appuntamento del Costa sarà il 1 febbraio alle 21 in casa contro Iren Fixi Torino.