Lecco, 21 gennaio 2020. Quattro anni sono passati dal rapimento, dalle brutali torture e dall’omicidio di Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano ritrovato cadavere alcuni giorni dopo la sua sparizione in Egitto.

La volontà di fare luce su questa vicenda animerà anche a Lecco, come tante altre città italiane, nella giornata di sabato 25 gennaio, quando è in programma una fiaccolata che attraverserà il centro cittadino.
“Perché non smetteremo mai di chiederla, la Verità. Lo dobbiamo a Giulio, lo dobbiamo ai suoi genitori che non hanno mai smesso di cercarla, lo dobbiamo a tutti gli altri “Giulio” che ancora spariscono nel nulla, spesso vittime di un potere usato per violare i Diritti Umani”, spiegano gli organizzatori di Amnesty International Lecco.

Il ritrovo è fissato quindi per sabato 25 gennaio alle ore 19 a Lecco in piazza Diaz (di fronte al Municipio).
La silenziosa fiaccolata per le vie del centro sarà seguita dalla lettura di alcuni testi. A chiudere la manifestazione ci sarà il minuto di silenzio.

Associazioni, realtà locali e la cittadinanza sono invitate a partecipare a questo momento significativo.