Lecco, 21 gennaio 2020. A pochi giorni dalla sottoscrizione della convenzione di Polizia associata Alto Lario, comandata da Edoardo Di Cesare, sono state avviate le attività di controllo del territorio in modo congiunto. Gli agenti di Colico e Dervio hanno organizzato un’operazione in località Chiari a Dervio dove è stato fermato un 30enne risultato in possesso di 7 grammi di cocaina ed eroina a seguito di perquisizione personale.

Gli agenti appostati hanno potuto individuare l’auto da cui scendeva il giovane per recarsi in una delle aree di spaccio. Le verifiche successive al fermo hanno interessato anche la donna che guidava il veicolo, che è risultata essere la madre del 30enne. La donna in un primo momento ha negato di sapere che l’area era di spaccio e che il
figlio doveva incontrare degli amici, è poi caduta in contraddizione diverse volte ammettendo di sapere i motivi della presenza del figlio nella zona. Le indagini sono poi proseguite al fine di perseguire gli spacciatori nella zona boschiva.

Il sindaco di Dervio, STefano Cassinelli

“Abbiamo promesso ai cittadini – afferma il sindaco di Dervio Stefano Cassinelli – tolleranza zero sul
fronte droga. Negli ultimi anni il problema è diventato sempre più grande nell’indifferenza e così lo Stato sta perdendo il controllo di intere aree di territorio. Questo non è ammissibile, ci sono donne che non vanno a portare la pattumiera per paura e la nostra Amministrazione non intende accettare questa situazione senza reagire
con ogni strumento disponibile. Doveroso ringraziare gli agenti della Polizia locale che hanno interamente gestito l’operazione con professionalità e coraggio”.

La Polizia locale Alto Lario ha effettuato anche una serie di controlli anti droga sul territorio di Colico e il sindaco Monica Gilardi sottolinea: “Aver creato la polizia associata ci permette di utilizzare al meglio il personale disponibile
anche per attività che generalmente non sono effettuate dalla Polizia locale. Colico e Dervio hanno avviato le procedure per aumentare il numero di agenti in servizio al fine di affrontare anche questo tipo
di emergenza che noi non intendiamo sottovalutare”. L’attività di controllo proseguirà in stretta collaborazione anche con le altre forze dell’ordine.