Lecco, 15 gennaio. Come promesso, si muove il calciomercato della Calcio Lecco 1912, fermo fino a questo momento.

Alessio Milillo insieme all’amministratore delegato del Lecco Paolo Leonardo Di Nunno

Il difensore Alessio Milillo è il primo rinforzo regalato dalla società a mister D’Agostino, e servirà senz’altro a dare più solidità in difesa. Milillo è un classe ’97 ed è alto un metro e novantanove, caratteristica fondamentale per un centrale. Nel curriculum del giovane nato a Ortona sono da evidenziare la militanza nelle giovanili del Pescara, l’esordio in Serie C con il Teramo e il successivo trasferimento alla Viterbese Castrense, dove vince la Coppa Italia Serie C con 13 presenze collezionate in un anno e mezzo.

Il fisico, l’altezza e la freschezza di Milillo serviranno a rinforzare una linea a tre che vede capitan Andrea Malgrati e Ivan Merli Sala affiancati da Matteo Procopio, terzino adattato al ruolo per via dell’infortunio di Bastrini. Adesso resta solo da capire quale sarà il destino di Vignati, che con Gaetano D’Agostino ha trovato pochi spazi, anche a causa della sua poca esperienza.

Francesco Filucchi ha anche confermato ufficiosamente lo scambio tra Chinellato e Bolzoni, centrocampista in arrivo dall’Imolese. Bolzoni ha vinto uno scudetto con l’Inter nel 2009 e ha militato in Serie A con Siena e Palermo. Può annoverare Mourinho e Conte tra i mister che l’hanno allenato. Il ds bluceleste ora partirà alla caccia di un attaccante.