Lecco, 14 gennaio 2020. Avranno luogo presso lo Spazio teatro invito i prossimi tre appuntamenti del ciclo “Concerti aperitivo”, dedicati alla musica classica e in particolare a Ludwig Van Beethoven in occasione del 250° anniversario dalla nascita del compositore di Bonn.

Il ciclo è curato dall’Associazione Mikrokosmos e ogni concerto, il cui costo è di 9 euro, sarà preceduto da un’introduzione all’ascolto a cura di Nicola Sansone.

Di seguito i programmi dei tre concerti e una breve biografia dei musicisti coinvolti.

DOMENICA 19 GENNAIO ORE 11
DISCEPOLI E MAESTRI
Duo Nicora/Baroffio | pianoforte a 4 mani

L’atmosfera dei salotti ottocenteschi nella versione da camera della sinfonia Pastorale, accostata a Carl Czerny.

Programma
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 “Pastorale” trascritta da C. Czerny per pianoforte a 4 mani
Piacevoli sentimenti che si destano nell’uomo all’arrivo in campagna: Allegro ma non troppo
Scena al ruscello: Andante molto mosso
Allegra riunione di campagnoli: Allegro
Tuono e tempesta: Allegro
Sentimenti di benevolenza e ringraziamento alla Divinità dopo la tempesta: Allegretto

Carl Czerny
Rondeau militaire: Theme de Figaro de Mozart
” Non più andrai” op. 461 n.1

Chiara Nicora si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Firenze, o studia con S. Perticaroli, A. Lonquich, L. Romanini e M. Mika, si diploma in clavicembalo sotto la guida di Laura Alvini presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino.
Ferdinando Baroffio si diploma in pianoforte al Conservatorio “G.Verdi” di Milano, partecipa al corso di perfezionamento triennale dell’Accademia “G.Marziali” tenuto da Bruno Canino Nel 1993 segue la Maisterklasse di pianoforte al Conservatorio di Berna e partecipa ad un corso di perfezionamento tenuto da Pier Narciso Masi.

Il duo Nicora-Baroffio è attivo dal 1993 e, oltre al repertorio tradizionale, si dedica alle trascrizioni d’autore, soprattutto in ambito Ottocentesco. Ha tenuto numerosi concerti in Italia, Croazia, Germania, Francia, Spagna, Romania, Polonia, Svizzera con consenso di pubblico e di critica, anche in qualità di solisti con orchestra.

 

DOMENICA 2 FEBBRAIO ORE 11
VARIAZIONI E ISPIRAZIONI – Frank Bridge trio

Opere di Beethoven a confronto con la letteratura cameristica francese e l’evoluzione dello stile musicale

Programma
Ludwig van Beethoven
Adagio cantabile dalla Sonata n.8 op.13 “Patetica”
Trio op.11
Allegro con brio – Adagio
Variazioni sul tema “Pria ch’io l’impegno”

Edouard Lalo
Trio in do minore op.7
Allegro moderato – Romanza – Scherzo – Finale

Fondato nel 1996 da musicisti già presenti nella realtà concertistica italiana sia come solisti sia come componenti di varie formazioni da camera e orchestrali, impegnati anche come docenti e nella ricerca musicologica, il Trio si è costituito con lo scopo di proporre al pubblico programmi meno noti rispetto alla tradizione. Significativo l’iniziale incontro con la produzione cameristica di Frank Bridge, compositore, grande didatta (Benjamin Britten fu suo allievo), direttore d’orchestra e violinista inglese (1879-1941).

 

DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 11
OLTRE IL ROMANTICISMO | Federico Rovini
Piano solo

Un viaggio nella poetica del pianoforte da Beethoven a Liszt a Chopin

Programma
Ludwig van Beethoven
Sonata n.32 op.111 in do minore
Maestoso – Allegro con brio ed appassionato
Arietta: Adagio molto semplice cantabile

Franz Liszt
Isoldens Liebestod

Frederich Chopin
Andante Spianato e Grande Polacca Brilllante op.22

Diplomatosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale D’onore, in seguito Federico Rovini è stato allievo di Bruno Canino e di Martha del Vecchio all’Accademia Chigiana di Siena. Solista e camerista, ospite di importanti associazioni ed istituzioni musicali, in Italia e all’Estero. Esegue un repertorio che spazia dal Barocco all’avanguardia contemporanea unendo, come sempre riconosciutogli dalla critica, una sapiente e dosata tecnica pianistica a una squisita sensibilità e profondità di pensiero.