Lecco, 14 gennaio 2020. Con il nuovo anno riprendono anche le attività delle “Alborelle”, le Sardine lecchesi già pronte a rituffarsi in piazza. L’appuntamento è per sabato 25 gennaio alle 15.00 in piazza XX settembre a Lecco: si tratta del secondo incontro in piazza dopo quello del 5 dicembre. Da lì si partirà quindi camminando verso piazza Era, a Pescarenico, dove si entrerà nel cuore dell’iniziativa.
L’evento del 25 gennaio, a ridosso della Giornata della Memoria, sarà infatti l’occasione per “riaccendere la memoria” e riflettere sul nostro passato.
“In questo presente di confusione e di opinioni urlate, le Sardine lecchesi si ritroveranno insieme per ascoltare, confrontarsi e per ricordare, affinché tragedie simili non riaccadano mai più – spiegano gli organizzatori –  E lo strumento principale della memoria sono i libri: proprio per questo durante l’iniziativa ci sarà un momento dedicato al bookcrossing, uno scambio di libri tra tutte le persone che interverranno. Tutti i partecipanti sono dunque invitati a portare un libro con una dedica sulla prima pagina del libro da scambiare, così che chi lo riceve sappia qualcosa in più su chi lo sta donando.
Le Sardine sono nate nel mese di novembre 2019 in vista delle elezioni regionali dell’Emilia-Romagna che si svolgeranno il prossimo 26 gennaio. Ma il movimento non si esaurirà con quella occasione:
“Anche qui a Lecco – dove peraltro si voterà in primavera e dove le Sardine si auspicano che le forze politiche raccolgano l’invito all’unità emerso dalla piazza del 5 dicembre al grido di “Lecco non si Lega” – il movimento non si ferma, anzi: l’evento del 25 gennaio sarà solo la prima delle iniziative che verranno messe in campo nel 2020 dalle “Alborelle” lecchesi”, assicurano gli organizzatori.