Lecco, 13 gennaio. Dal 17 gennaio torna la rassegna “Percorsi della Memoria”, organizzata dal Consorzio Villa Greppi per sensibilizzare sulla Shoah nel Giorno della Memoria (27 gennaio).

Ad aprire la rassegna sarà la conferenza di Daniele Frisco “La scelta. Storie di Giusti nel tempo di complici e indifferenti”, fissata per venerdì 17 gennaio alle 21 nella Sala Civica Aldo Moro di Sovico. Sarà una serata durante la quale saranno raccontate storie esemplari di Giusti che si sono spesi per salvare uomini e donne dalla deportazione, ma anche casi di chi avrebbe potuto fare qualcosa e ha scelto di voltarsi dall’altra parte.

Ci si sposta nella Sala Consiliare di Cassago Brianza sabato 18 gennaio alle 16.30, quando è in programma lo spettacolo “Joffo – Parrucchiere”, una lettura teatral-musicale liberamente tratta dal libro “Un sacchetto di biglie” di Joseph Joffo. La pièce racconta la storia di due fratelli di famiglia ebraica e della loro avventura attraverso i drammatici eventi  dell’occupazione nazista in Francia.

Si inaugura domenica 19 alle 17 (nella biblioteca di Bulciago), invece, la mostra “Schiavi di Hitler: racconti, immagini, documenti dei deportati italiani”. Si tratta di un’esposizione che proporrà una selezione del materiale raccolto nell’ambito della ricerca nazionale su deportazione e lavoro forzato degli italiani nella Germania nazista, con particolare attenzione agli Internati Militari Italiani. Durante l’inaugurazione è prevista un’introduzione a cura di Valter Merazzi, presidente del centro studi Schiavi di Hitler. La mostra rimarrà poi aperta fino all’8 febbraio.

Ci saranno importanti personalità del mondo della cultura, dal fondatore e presidente dell’associazione “Gariwo” Gabriele Nissim allo scrittore, saggista e docente universitario Frediano Sessi, dallo storico e giornalista Marco Palmieri al poeta e fondatore della casa editrice Giuntina Daniel Vogelmann. Una dodicesima edizione, questa in partenza, che ha come sottotitolo La scelta dei Giusti, pensata per approfondire le storie di chi, in tempi difficili, ha deciso di mettere a rischio la propria vita per salvarne un’altra. Un tema, quello dei Giusti, al quale si affiancherà anche un focus dedicato agli Internati Militari Italiani (IMI), soldati italiani rastrellati e deportati nei territori tedeschi subito dopo l’8 settembre del 1943 e che hanno dovuto scegliere se collaborare con l’ex alleato nazista o essere internati in campi di lavoro.

Marta Comi, presidente del Consorzio di Villa Greppi, commenta: “Siamo onorati di accogliere ospiti illustri del calibro di Gabriele Nissim, Frediano Sessi, Daniel Vogelmann, Sabina Fedeli e di riflettere con loro sulle storie di chi, rischiando la vita, nel proprio piccolo ha fatto trionfare il bene anche nel tempo del male. Aggiungo che, grazie all’accordo sottoscritto con il Memoriale del lager di Majdanek, Villa Greppi potrà contare sulla presenza ai Percorsi nella Memoria di Marta Jabłońska, responsabile del Museo del campo e protagonista di un incontro sulla modalità di gestione della memoria delle deportazioni e sulle oltre 4000 schede di Internati Militari Italiani scoperte di recente nel Museo del Lager e acquisite dal Consorzio. Un materiale, quest’ultimo, che intendiamo catalogare e pubblicare”.

Ci sarà spazio anche per il cinema: è prevista la proiezione di “#AnneFrank. Vite parallele”, arricchita dalla presenza in sala della regista Sabina Fedeli, ma anche di “Corri ragazzo corri” di Pepe Danquart.

Ecco tutti gli eventi in programma: