Lecco 11 gennaio 2020. Un altro gravissimo incidente in montagna. Non si ferma la catena praticamente ininterrotta delle tragedie.

IN GRAVI CONDIZIONI UOMO DI 66 ANNI

Dopo il morto di giovedì scorso, ritrovato venerdì, ecco che oggi, nel comune di Moggio, sentiero degli Stradini, un uomo di 66 anni di Cinisello Balsamo è precipitato per decine di metri in un tratto esposto del sentiero, che per questo è dotato anche di catene. Evidentemente un tratto ghiacciato o una banale scivolata hanno provocato la caduta del malcapitato escursionista che ora lotta per la vita in gravi condizioni all’ospedale di Lecco, dove è stato trasportato dall’elicottero di Como dopo essere stato messo in sicurezza dai volontari del Soccorso Alpino XIX Delegazione Lariana, il cui operato è praticamente quotidiano e indefesso.

INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, ALTRO SALVATO

Bione, l’elisoccorso dei Vigili del Fuoco di Malpensa ha portato in sicurezza un escursionista recuperato intorno al rifugio Bietti
Un Vigile del Fuoco si cala con il verricello per salvare un escursionista dall’elicottero dei VdF di Malpensa

E sempre nella giornata di oggi verso le ore 12.15 i Vigili del Fuoco del comando di Lecco assieme all’elinucleo di Malpensa sono intervenuti per soccorrere una persona in difficoltà in prossimità del Rifugio Bietti Buzzi sulla Grigna settentrionale nel comune di Mandello del Lario.

Il malcapitato veniva tratto in salvo tramite l’utilizzo del verricello dell’elicottero Drago VF 84 dei Vigili del Fuoco, successivamente veniva trasportato illeso in una zona sicura. In questo caso è finita bene, ma nel primo caso si teme per il 66enne. E ogni giorno sale la conta di chi in montagna, per sfortuna, o per imperizia, rischia la vita. Un conto troppo salato.