Lecco, 10 gennaio. Domenica 12 gennaio si svolgerà il ricordo della fucilazione dei partigiani di Rancio e del lago che ebbe luogo nel 1945 a Fiumelatte di Varenna.

Era infatti l’8 gennaio del 1945 quando sei partigiani lecchesi vennero fucilati a Fiumelatte. In Valsassina e Valvarrone nel dicembre 1944, numerosi partigiani della 55^ brigata f.lli Rosselli furono costretti ad arrendersi alle forze fasciste per mancanza di viveri e vennero internati nelle carceri di Bellano. Secondo gli accordi presi con il Questore di Como, i partigiani dovevano essere trasferiti in Germania come lavoratori coatti, ma durante lo spostamento da Bellano a Como, all’altezza della “Montagnetta”, i fascisti delle brigate nere fecero scendere i sei partigiani dal camion e li fucilarono sul posto.

 

Il comitato provinciale di Lecco e la sezione Lario Orientale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), in collaborazione con i Circoli Libero Pensiero e S. Pio X di Rancio-Lecco e con l’adesione dei Comuni di Lecco, Mandello del Lario, Varenna, Bellano e Vendrogno, ricorderanno il 75° anniversario della fucilazione domenica 12 gennaio.

Ecco il programma:

ore 9.10: ritrovo al Circolo Libero Pensiero di Rancio
ore 9.20: partenza da Lecco per Fiumelatte (Varenna)
ore 10: posa i fiori alla lapide de la Montagnola di Fiumelatte e ricordo da parte di un rappresentante dell’ANPI.