I gravi danni fatti alla casetta di legno

Vandalizzato. Il presepe della Pro Loco di Robbiate si è svegliato, stamane, con molti pezzi in meno e una grande tristezza addosso. Nottetempo, infatti, i “soliti” vandali, si sono divertiti a staccare assi di legno dalla capanna, smontare pezzi di tetto, buttare via ornamenti e arredi, rendendo così anticipata la prevista chiusura del presepe che tanto bene aveva impressionato la cittadinanza.

Tanto che la Pro Loco di Robbiate, in un post su Facebook da cui abbiamo tratto anche le foto del servizio, scrive: “Si è conclusa questa mattina presto! Smontando il presepe anzitempo! A Robbiate. Questo si è dovuto ad una banda di teppistelli senza valori e dignita’. Si è aperta un’ inchiesta per atti vandalici ripetuti. Saranno visionati i filmati e i rapporti in collaborazione con i carabinieri di Merate e la polizia municipale di Robbiate. Tutte le segnalazioni della banda e dei presenti prima e dopo verranno riportate in un unico verbale”.

L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi
Il presepe della Pro Loco come si presentava prima

Insomma, c’è materia di discussione a Robbiate su quanto avvenuto ma sembra che i vandali, probabilmente giovani da come la stessa Pro Loco lascia intendere, saranno presi e puniti a norma di legge. Ma è certo che la norma non può sostituire il buon senso e l’educazione o il rispetto. Queste sono qualità che vanno allevate fin dai primi anni di vita. E al di là di quelle che

Il presepe vandalizzato a Robbiate il 30 dicembre 2019

potranno essere le pene, resta l’amarezza per un’educazione mai ricevuta. O forse andata sprecata…