Lecco, il 28 dicembre 2019 – I sindacati, nello specifico la Uilfpl del Lario, tramite il segretario Vincenzo Falanga, ha scritto una replica alla proposta di Ezio Venturini, esponente di “Noi per Lecco” “Cambiamo con Toti”, che intende esprimere tutto il rincrescimento di questa organizzazione sindacale nei confronti del comunicato-proposta dell’ex Assessore all’Ambiente della Giunta Brivio.

LA LETTERA DI RISPOSTA DELLA UILFPL

“Siamo perplessi rispetto alla posizione rappresentata – scrive il segretario Uilfpl – Riteniamo che chi si appresta a presentare proposte per il cambiamento della città di Lecco debba avere una visione d’insieme globale del problema soprattutto se si parla di dinamiche connesse ai servizi sanitari pubblici. Forse nel rappresentare uno squilibrio rispetto all’esigenza dei posteggi presso la Asst di Lecco tra dipendenti e utenza, non si tiene conto che, le categorie a cui si fa cenno “navigano” nella stessa barca di difficoltà e che, oggi più di ieri, è fondamentale trovare il “giusto equilibrio” per garantire a operatori e utenti quanto necessario per erogare e ricevere un servizio di qualità adeguato».
Proprio con questa motivazione la Uilfpl del Lario si era proposta in questi anni di aprire un dibattito serio “affinché gli operatori del servizio sanitario potessero fruire di tutti i posteggi necessari e utili anche in ottica dell’assistenza da erogare e per questo che, siamo convinti che di ulteriori possibilità di posteggio siano possibili purché si attivino gli investimenti necessari”.

LA STOCCATA A VENTURINI

Infine non è mancata la stilettata all’ex assessore ex Brivio: «Alla politica che si appresta ad amministrare il Comune di Lecco chiediamo proposte concrete e le necessarie risorse per investire sul territorio e non dividere la popolazione tra soggetti di serie A e di serie B perché, oltre a non essere una modalità proficua di gestione della città non fa bene a nessuno, soprattutto quando si parla di sanità pubblica».