Lecco, 18 dicembre 2019 – Il volontariato si apre sempre più alla collaborazione con il pubblico e fa sempre più “rete”. Infatti con “Alimentiamo relazioni”, il patto sottoscritto con la Caritas Decanale di Lecco e l’Associazione Volontari Caritas Ambrosiana, si svilupperanno interventi di custodia sociale diffusi e promuoveranno iniziative sociali nei quartieri, come quella dei pranzi sospesi, che nelle ultime due occasione di solidarietà sono stati incrementati di circa 100 unità, per altrettante persone che beneficeranno di un pasto gratuito presso il ristorante Granozero (oltre 60) e la pizzeria 2001 (circa 40). Attraverso il Fondo Famiglia Solidarietà al lavoro 2.0 saranno sviluppate inoltre nuove opportunità socio-occupazionali.

I patti di comunità sottoscritti in Sala Giunta del Comune di Lecco dall’Assessore alle Politiche Sociali Riccardo Mariani con diversi enti e soggetti privati

Rinnovato anche il patto sottoscritto con la Società San Vincenzo De Paoli e Sineresi Società Cooperativa Sociale, intitolato “Il doposcuola insieme per bambini e famiglie“, che sviluppa interventi di custodia sociale diffusa e interventi educativi anche attraverso educatori professionisti, all’interno dello storico doposcuola San Vincenzo De Paoli e li integra con le attività proposte nell’ambito del progetto post-it attraverso Sineresi.

PARROCCHIE COINVOLTE

Con “Fare comunità comune” la Comunità Pastorale Beato Giovanni Mazzucconi e Beato Luigi Monza, con le sue Parrocchie di San Giovanni Evangelista di San Giovanni, Santi Pietro e Paolo di Laorca e Santa Maria Assunta di Rancio, consolidano le connessioni con il doposcuola attraverso il sostegno economico a interventi educativi per bambini e famiglie e rilanciano il sostegno alla comunità con lo sviluppo di nuove opportunità socio-occupazionali attraverso il Fondo Famiglia Solidarietà al lavoro 2.0. A Pescarenico con “Solidarietà in rete” la Parrocchia di San Materno rende conto dell’azione di impulso esercitata nel quartiere dal Giglio e attiva una nuova sperimentazione in collaborazione con la rete sei servizi di Artimedia e l’oratorio in raccordo con il servizio famiglia e territorio del Comune di Lecco e il Giglio, con progetti di inclusione sociale e affiancamento, nonché, anche qui, sviluppo di nuove opportunità socio-occupazionali attraverso il Fondo Famiglia Solidarietà al lavoro 2.0.

IL PARERE DI MARIANI

“Una crescita evidente, oltre che una forte continuità, è questo quello che emerge quando si tratta di patti di comunità, un esperimento divenuto prassi, con una serie di buoni propositi tramutati in azioni e interventi concreti, strutturati e condivisi – sottolinea l’assessore alle politiche sociali del Comune di Lecco Riccardo Mariani – Un grazie a tutte le realtà che, in questa e nelle altre occasione di sottoscrizione e rinnovo dei patti, hanno colto l’occasione di fare rete, trasformando un’idea in uno strumento strutturato ed efficace, in grado di fare la differenza sul fronte dell’integrazione e del sostegno”.