Lecco, 9 dicembre. Boom delle vaccinazioni antinfluenzali. Quasi 38mila i lecchesi che si sono già vaccinati. Alla quinta settimana della campagna antifluenzale, arrivano i primi dati con una tendenza che vede in forte crescita le richieste anche rispetto alla scorsa stagione vaccinale (2018/2019).

8mila i vaccinati in ospedale. 30mila dai medici di base

Sono infatti in crescita i numeri che prendono in esame il periodo che va dal 4 di novembre al 6 di dicembre. Nel territorio lecchese sono già molto alti i dati relativi alle vaccinazioni effettuate: già 7.443 soggetti vaccinati negli ambulatori dell’Asst (azienda socio sanitaria territoriale), divisi per circa 5.500 ultra 65enni e quasi 2.000 soggetti di categorie a rischio. A questi dati bisogna anche aggiungere le richieste accolte dai medici di medicina generale. Nei soli ambulatori del territorio di Lecco il numero delle vaccinazioni ammonta già a 30.000. Per sommare a queste cifre anche le vaccinazioni effettuate nei centri per disabili e nelle residenze sanitarie assistenziali si dovrà invece aspettare ancora un mese.

In cinque settimane già superata la campagna 2018/19

I dati del 2019 sono in crescita rispetto a quelli degli ultimi anni e i numeri sono piuttosto alti se paragonati anche a quelli dell’ultima stagione invernale: infatti, nel 2018/19 le vaccinazioni antinfluenzali erano state “solo” 36 mila, se si prendono in esame i dati aggiornati al 10 di gennaio 2019. Ma in sole cinque settimane questo numero è già stato raggiunto e superato dalla nuova campagna vaccinale. E questa tendenza, come dice l’Ats (Agenzia di tutela della salute), è sicuramente positiva perché dimostra che il territorio di Lecco è attento alla prevenzione e anche perché a fronte di questa crescita c’è sicuramente una campagna di sensibilizzazione che sta funzionando. Le vaccinazioni sono gratuite per le categorie a rischio (degenti, anziani, bambini, e persone “fragili”) ma sono a disposizione anche per chi le volesse fare al costo del ticket che è di 19,10 euro (per i non esentati). Le richieste si possono effettuare presso il centro unico di prenotazioni della propria struttura sanitaria o chiedendo al proprio medico di base. Un boom di vaccinazioni che sicuramente farà bene alla popolazione lecchese.