Lecco, 5 dicembre 2019. Maxi finanziamento stanziato da Regione Lombardia a favore dell’Asst di Lecco: si tratta di oltre 6 milioni di euro (6.236.658 precisamente) volti al miglioramento delle strutture ospedaliere, all’acquisto di nuovi macchinari e apparecchiature di diagnostica più avanzata e alla realizzazione della cartella clinica elettronica. Sarà inoltre possibile pagare le prestazioni ospedaliere al di fuori dell’Ospedale presso sportelli bancari, punti Sisal e Lottomatica, uffici postali ed app dedicate: tutto ciò garantirà una notevole riduzione dei tempi di attesa in fase di prenotazione e pagamento.

“Questo nuovo stanziamento di Regione Lombardia consentirà alla nostra Azienda di implementare ancor di più la qualità dei servizi, garantendo una diagnostica di altissimo livello sul territorio regionale e nazionale. Le più moderne attrezzature permettono, infatti, una accuratezza pressoché assoluta negli interventi di cura in linea con gli standard europei”, afferma Paolo Favini, Direttore Generale dell’ASST di Lecco.

 

Ecco il dettaglio relativo ai differenti capitoli di spesa.

SOSTITUZIONE GRANDI APPARECCHIATURE: 1.500.000 EURO

Con il finanziamento pervenuto verranno acquisiste:

  • una TAC di centratura, in sostituzione di quella in uso obsoleta e carente sotto diversi aspetti, per la Radioterapia del Presidio Ospedaliero di Lecco fondamentale per definire il piano di trattamento, ottimizzare la conformazione di dose sul target e valutare i cambiamenti volumetrici della lesione durante il follow up del paziente.

La nuova TAC permetterà:

  • una maggiore precisione nell’identificazione delle lesioni oltre che un’accuratezza spaziale e una migliore qualità dell’immagine;
  • una riduzione degli artefatti nel distretto otorinolaringoiatra e pelvi, causa protesi metalliche;
  • una diminuzione del tempo di esecuzione degli esami e, quindi, un aumento del numero di prestazioni da erogare ed una conseguente diminuzione dei tempi di attesa.

 

  • Un Angiografo per l’Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione destinato agli studi di elettrofisiologia, ablazioni e impiantistica di pacemaker (semplice e complessa) oltre che per le emergenze in Emodinamica.

Il nuovo macchinario per l’Elettrofisiologia permetterà:

  • un incremento dei livelli di sicurezza;
  • una qualità di immagine adeguata all’attività del reparto;
  • un migliore controllo della dose fluoroscopica somministrata all’operatore e al paziente.

 

RIQUALIFICAZIONE DEI REPARTI ANCHE IN OTTICA ANTISISMICA E ANTINCENDIO: 1.250.000 EURO

Si tratta di investimenti legati alla riqualificazione strutturale dei reparti che saranno realizzati in chiave antisismica e antincendio con dotazioni di nuova generazione e materiali innovativi.

 

CARTELLA CLINICA ELETTRONICA E PAGO PA: 1.404.320 EURO

La cartella clinica e il fascicolo sanitario elettronico consentiranno la dematerializzazione dei dati sanitari. L’investimento è volto alla semplificazione del lavoro del personale sanitario e parallelamente fa si che il cittadino possa accedere direttamente alle proprie informazioni mediche. Sarà garantito il rispetto delle norme vigenti in tema di riservatezza e privacy.

Attraverso il sistema PagoPA gli utenti pagheranno le proprie prestazioni non più esclusivamente al Centro Unico di Prenotazioni, ma potranno utilizzare sistemi di pagamento come sportelli bancari, punti Sisal e Lottomatica, uffici postali ed app dedicate.

 

PIANI D’INVESTIMENTO AZIENDALI: 1.181.433 EURO

I finanziamenti assegnati da Regione Lombardia saranno destinati a opere di edilizia sanitaria per manutenzioni straordinarie; all’acquisizione di beni informatici, attrezzature sanitarie, beni mobili o ancora alle acquisizioni non programmabili ed indifferibili che potrebbero presentarsi nel corso dell’anno.

 

PICCOLE APPARECCHIATURE A UTILIZZO QUOTIDIANO: 900.905 EURO

Attraverso questo intervento saranno sostituiti dispositivi quotidianamente utilizzati nei Presidi ospedalieri e ambulatoriali di tutta l’ASST giunti a fine vita con modelli all’avanguardia.