Lecco, 4 dicembre. Doppio intervento per gli agenti di Polizia di Lecco, che sono stati impegnati in due arresti nelle giornate di lunedì e martedì.

Prima l’intervento al Centro Commerciale La Meridiana, dove lunedì mattina gli agenti hanno fermato due stranieri che si aggiravano con atteggiamento sospetto. Di questi due, O.P., nigeriano dell’86, è stato arrestato poiché aveva già un ordine di carcerazione per spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato quindi accompagnato negli uffici della questura, per essere poi arrestato e successivamente trasferito nella Casa Circondariale di Lecco a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Poi, nella nottata di ieri, il secondo intervento: una volante ha controllato un’autovettura sospetta, nella quale erano a bordo tre persone, delle quali una donna di nazionalità albanese. M. D., 22enne, si è identificata al controllo con una carta d’identità rilasciata dalle autorità albanesi. La donna ha dichiarato di essere entrata in Italia circa due mesi prima aggiungendo di essere in possesso del passaporto ordinario, ma di averlo lasciato a casa (lontana pochi metri dal luogo del controllo). Dopo essersi recata a casa con gli agenti, la donna si è rifiutata di mostrare il documento poiché, secondo lei, “il cane lo aveva ingoiato”.

M.D. è quindi stata accompagnata in questura per accertamenti a seguito dei quali gli agenti hanno scoperto che la stessa risultava avere un alias sotto altro nome, e che la donna era già stata respinta nel 2017, accompagnata con un volo in Albania e con il divieto di tornare in Italia per tre anni. La convalida dell’arresto è arrivata questa mattina, mentre il 9 dicembre arriverà il nulla osta per l’espulsione.