Lecco, 2 dicembre. Lario Reti Holding ha aderito all’accordo per uno studio sul Torrente Varrone. Il consiglio di amministrazione ha infatti stanziato un contributo di 10.000 euro, per studiare i possibili futuri interventi sulla rete idrica. Insieme a Lario Reti saranno coinvolti altri firmatari: la Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val D’Esino Riviera, Regione Lombardia, la Provincia di Lecco, i Comuni di Casargo, Crandola Valsassina, Dervio, Introbio, Pagnona, Premana, Sueglio, Valvarrone, Vendrogno e il Consorzio Bacino Imbifero Montano del Lago di Como, Brembo e Serio.

L’obiettivo dell’accordo è quello di produrre uno studio del bacino del Torrente Varrone e degli affluenti ad esso connessi. Tale studio definirà gli interventi necessari alla sistemazione idraulica, alla riqualificazione ambientale ed alla manutenzione fluviale necessari per evitare il ripetersi di quanto accaduto la scorsa estate, con le esondazioni e le criticità idrogeologiche che hanno caratterizzato i territori attraversati dal Varrone e i suoi affluenti, danneggiando anche le infrastrutture del Servizio Idrico Integrato.

La cifra stanziata dagli Enti firmatari per la produzione dello studio e delle linee guida di intervento supera i 45.000 euro e vede Regione Lombardia (20.000 euro) e Lario Reti Holding (10.000 euro) come principali contribuenti.