Lecco, 25 novembre. Il Tribunale di Lecco ha eseguito un’ordinanza di divieto di avvicinamento a carico di un pluripregiudicato che da cinque mesi perseguitava la sua ex-fidanzata.

Di seguito il comunicato della Questura di Lecco:

La Polizia di Stato di Lecco, il 23 novembre scorso, ha rintracciato Z.S. marocchino del 1992, pluripregiudicato che da circa cinque mesi perseguitava la sua ex compagna di 36 anni, con molestie e minacce consistite in aggressioni verbali e fisiche tra le mura domestiche.

In seguito alla denuncia della donna, gli agenti della Squadra Mobile, al termine di un’immediata attività di indagine volta alla ricostruzione delle condotte tenute dall’indagato, hanno permesso al P.M., titolare del procedimento di chiedere ed ottenere, a carico dello stesso cittadino marocchino, l’emissione da parte del G.I.P. del Tribunale di Lecco, l’ordinanza cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima e dei luoghi frequentati dalla stessa e dai suoi figli.

Lo stalker è stato rintracciato domenica 24 dicembre u.s., dagli agenti della Squadra Mobile, appostati sotto la sua abitazione ad Olginate. L’attesa ha premiato gli operanti che hanno riconosciuto lo stalker e lo hanno condotto in Questura per la notifica della misura. Come previsto dalla normativa anche la vittima è stata informata del divieto di avvicinamento del suo aguzzino.