Milano, 14 novembre 2019 –I Piani Territoriali di Conciliazione vita-lavoro della Ats verranno finanziati  con impegno di spesa pari a  96.300 euro per il 2020, 120.400 per il 2021 e 120.400 per il 2022 per un totale di 337.000 euro sul prossimo triennio.

La dotazione finanziaria in capo all’ATS Brianza verrà quindi così ripartita: dal 20% al 30% della dotazione dovrà essere destinato ad un’azione di sistema che coinvolga l’intero territorio di pertinenza dell’ATS Brianza, e il resto della dotazione dovrà essere dedicato ad uno o più avvisi pubblici da svolgersi in partenariato pubblico-privato.

A commentare la notizia è il consigliere lombardo forzista, Mauro Piazza: “Con queste risorse miglioriamo i piani territoriali di conciliazione che già ad oggi sono certificati come molto efficaci: infatti al 30 settembre 2019 sono stati raggiunti 17.200 destinatari diretti degli interventi, oltre ad una platea più allargata di cittadini e imprese raggiunti da iniziative di sensibilizzazione e comunicazione. Nel dettaglio, sono stati finanziati servizi di assistenza a supporto del caregiver familiare; servizi per la gestione del pre e post scuola nei periodi di chiusura scolastica; servizi di supporto alla fruizione nel tempo libero a favore di minori; azioni di ‘time saving’ in favore di titolari o dipendenti di imprese commerciali o artigianali; azioni di formazione per micro, piccole e medie imprese. La conciliazione dei tempi lavorativi con i tempi della famiglia è una sfida considerevole per molti genitori e lavoratori con responsabilità di cura e assistenza a figli o genitori anziani, e con questo provvedimento cerchiamo di andare incontro a chi deve affrontarla”.