Lecco, 13 novembre 2019. Circa il 6% della popolazione italiana ha un problema con il gioco d’azzardo. Nella Provincia di Lecco, il fenomeno riguarda dalle 10.000 alle 12.000 persone tra i 20 e gli 80 anni e gli effetti di tale dipendenza hanno risvolti importanti sulla salute e sulla vita privata e sociale dei soggetti coinvolti. Si tratta di un fenomeno sociale non trascurabile, in crescita nel nostro Paese, che porta con sé anche un importante giro d’affari.

Per accendere i riflettori sulla questione, il Centro di Promozione della Legalità di Lecco, in collaborazione con il Comune di Lecco, la Provincia di Lecco, l’Ats Brianza, l’Asst di Lecco, l’Ufficio Scolastico per la Lombardia e Regione Lombardia, hanno organizzato un evento intitolato “L’azzardo azzanna” che si terrà venerdì 15 novembre, a partire dalle 20.30, in sala don Ticozzi a Lecco. L’appuntamento prevede lo spettacolo teatrale “Il giocatore” e, a seguire, le riflessioni guidate sul tema del gioco d’azzardo a cura di Ats Brianza e Asst di Lecco.

 

I dati del territorio lecchese, le implicazioni psicofisiche e sociali, e le attività di prevenzione e cura messe a punto dall’Asst di Lecco e dal Tavolo No GAP nell’intervista di Giulia Achler a Elisa Fogliato, psicologa psicoterapeuta, e Giorgio Mazzoleni, educatore professionale, entrambi membri dell’Equipe Azzardo del Servizio per le dipendenze dell’Asst di Lecco.