Lecco, 12 novembre 2019. Il Comune di Malgrate onora la memoria dell’inventore autodidatta Pietro Vassena, a cui proprio Malgrate ha dato i natali, con un convegno che lo avvicina al Genio per eccellenza, Leonardo da Vinci. Titolo dell’appuntamento che si terrà sabato 23 novembre, alle 9.30, presso la Sala Convegno Parrocchiale di via Agudio 10 è: “Leonardo da Vinci, Pietro Vassena e il mito dell’inventore”. L’incontro si rivolge a tutti e non solo agli specialisti del settore e  ambisce ad aprire nuove prospettive di ricerca per valorizzare la figura di Pietro Vassena, vero vanto e risorsa per il comune malgratese e più in generale per la città di Lecco.

Inventore, progettista, dotato di una dote particolare, la lungimiranza, Vassena ha messo a punto nel corso della sua vita una quarantina di brevetti. Tra le straordinarie invenzioni di cui è titolare si ricordano soprattutto i primi motori fuoribordo italiani, tra i quali il famoso Elios33, e poi il batiscafo C3, con cui ha stabilito il record mondiale d’immersione dell’epoca raggiungendo -412 metri, il “Grillo volante” e poi gli Skivass, con i quali si poteva camminare sulle acque e tanto altro ancora.

Numerosi gli studiosi che interverranno al Convegno, moderati da Marco Corti, giornalisti e biografo di Pietro Vassena. Tra i relatori ci saranno quindi Carlo Cantoni, presidente dell’associazione Luce Nascosta, Leonardo Manfriani, professore di Aereodinamica e Sistemi Aereonautici all’Università di Scienze Applicate del Canton Zurigo, Giulio Ernesto Melegari, pilota di sottomarini tascabili per l’industria e la ricerca scientifica e Responsabile della tecnologia degli interventi subacquei per la SAIPEM-ENI, Mauro Rossetto, direttore scientifico del sistema museale urbano lecchese, e Luca Radaelli, attore e direttore articolo della Compagnia Teatri Invito e del Festival L’ultima luna d’estate.