Lecco, 11 ottobre. È stato assolto oggi Aboudel Manaf Cocobissi, dichiarato dal giudice del tribunale di Lecco “incapace di intendere e di volere”.

Per il 24enne, il magistrato ha disposto la frequenza per due anni in una struttura sanitaria, poiché l’arresto è stato sospeso per infermità mentale del soggetto.

Cocobissi è l’artefice della aggressione avvenuta lunedì 9 settembre, nella quale l’uomo aveva colpito due donne nel sottopassaggio della stazione di Lecco. Il giovane togolese, già da anni in Italia ma irregolare, era successivamente stato arrestato. La sentenza di oggi lo dichiara ufficialmente incapace di intendere e volere.