Lecco, 9 ottobre. Senza biglietto dell’autobus, aggredisce i due controllori. Un uomo di origine straniera questo pomeriggio intorno alle 16.30 ha aggredito due controllori in servizio su un autobus di linea che in quel momento stava transitando in piazza Manzoni.

L’uomo, sprovvisto del biglietto al momento del controllo da parte dei due vigilantes, è stato invitato a pagare la cifra dovuta o in alternativa a scendere. Diversa è stata invece la risposta del passeggero che ha cominciato ad aggredire i controllori con calci e pugni provocando attimi di panico sull’autobus.

Sul luogo sono giunti Carabinieri e Croce Rossa; il personale sanitario si è quindi occupato di prestare assistenza ad uno dei due controllori ferito al volto da un pugno dell’aggressore.

Ecco il commento di Giacomo Zamperini, già Consigliere Comunale a Lecco e Dirigente Regionale Fratelli d’Italia:

Oggi a Lecco ancora violenze sui mezzi di trasporto pubblico, ancora stranieri che non rispettano le regole, menano i controllori e non pagano il biglietto come se fosse un loro diritto viaggiare gratis. Tutto davanti a donne e bambini. Ci vuole tolleranza zero per i prepotenti, aumento dei controlli, videosorveglianza a bordo dei mezzi pubblici e tornelli per far salire solo chi è in regola. Solidarietà ai due vigilantes che sono stati aggrediti solo per aver fatto il loro lavoro, rischiando magari anche una denuncia. Adesso aspettiamo l’ondata di buonisti e sinistri che diranno “poverino, si sarà sentito minacciato dai lecchesi razzisti”… Roba da matti!