Lecco, 3 ottobre. Degrado in stazione? Si può dire che sia senza fine, nonostante tutte le rassicurazioni che le istituzioni lanciano da tavoli di confronto e comunicati stampa.

Dopo il caso dell’extracomunitario affetto da turbe psichiche che ha picchiato due malcapitate donne, ecco il caso del ritrovamento, nelle toilette pubbliche della stazione, di decine di dosi di metadone. Scatole vuote, inoffensive anche se trovate da minorenni, ma che indicano chiaramente che qualcuno in quel luogo è andato a iniettarsi questo farmaco che è utilizzato per curare i sintomi dell’astinenza da droga.

Un segnale, chiarissimo, dell’utilizzo sicuramente improprio, che viene fatto delle latrine della stazione dove da anni si parla di giri “strani” di spaccio o di semplice consumo di stupefacenti.

Una prova emersa nel pomeriggio di ieri grazie a un video che ci è stato inviato da un nostro visual ascoltatore. Il video mostra chiaramente le scatole vuote da un milligrammo della Menarini che sono state private dei flaconcini dopo essere state usate.

Le ipotesi possibili sono molte e tutte al vaglio degli inquirenti. Infatti, da quel che ci risulta, è stata fatta segnalazione alla Polfer di quanto accaduto. Il ritrovamento lancia una luce sinistra sui traffici che possono avvenire in stazione e nei suoi bagni. A meno che non si presuma che un rappresentante di farmaci o un farmacista si sia divertito a gettare proprio nella spazzatura delle toilette della stazione le scatole vuote di un farmaco così specifico e di così chiara destinazione…

Il servizio contenente il video che ci è stato inviato: