Il prossimo fine settimana sarà interamente dedicato alla tradizione musicale dei Servi di Maria con convegni e concerti nell’ambito del progetto La voce della terra: canti e riti della tradizione – VoCaTe, finanziato nell’ambito dell’asse II Valorizzazione del Patrimonio naturale e culturale del Programma Interreg V-A Italia Svizzera, di cui è capofila la Provincia di Lecco.

 Sabato 5 ottobre alle 17.30 nella chiesa di San Giovanni a Mendrisio (Svizzera) e domenica 6 ottobre alle 17.00 nel santuario di Santa Maria del Lavello a Calolziocorte si terrà un concerto del Gruppo vocale Feininger con gli interventi organistici di Stefano Rattini.

In programma brani monodici e polifonici tratti da manoscritti medioevali che tramandano canti del repertorio gregoriano, sequenze mensurali, canti a più voci praticati nei conventi dell’Ordine dei Servi di Maria. A Mendrisio e a Calolziocorte si erano stabiliti i Padri Serviti.

Nella storia dei Servi di Maria la musica ha avuto un’importanza eccezionale: il canto gregoriano, le laude, la polifonia semplice, la polifonia d’arte, il cantus fractus e la musica organistica sono gli ingredienti sonori che punteggiavano la vita religiosa e liturgica delle chiese dei Serviti. Molti Padri Serviti ebbero una vivace attività come compositori, musicisti, organisti e costruttori di organi.

Prima dei concerti si svolgeranno due tavole rotonde dedicate all’Ordine dei Servi di Maria: sabato 5 ottobre alle 15.00 al Museo d’Arte di Mendrisio, domenica 6 ottobre alle 15.30 alla Fondazione Santa Maria del Lavello a Calolziocorte.

Gli incontri di approfondimento sono organizzati per sottolineare un importante legame fra i territori coinvolti nel progetto VoCaTe: la presenza in passato dell’Ordine dei Servi di Maria che ha portato alla comune origine di manifestazioni religiose e devozionali, con il tempo divenute parte integrante della tradizione popolare locale.

Alcuni esempi sono il Settenario dell’Addolorata a Mendrisio e la festa della Natività di Maria al Lavello di Calolziocorte che nascono proprio da questa presenza.

Durante il Settenario di Mendrisio si canta tuttora lo Stabat Mater, tramandato oralmente di generazione in generazione; ciò richiama la straordinaria importanza che la musica ha avuto fin dagli inizi nella storia dei Servi di Maria.

Al Santuario di Santa Maria del Lavello a Calolziocorte, grazie al progetto VoCaTe, è stato realizzato un “libro su muro”: un murale di illustrazione storica sulle tradizioni e sulle ritualità legate all’Ordine dei Padri Serviti.

A far risuonare la musica dei Serviti sarà il Gruppo vocale Laurence Feininger, nato nel 2000 per valorizzare l’immenso repertorio sacro conservato nella biblioteca musicale Laurence Feininger nel Castello del Buonconsiglio di Trento, una delle maggiori biblioteche di musica liturgica esistenti al mondo. Le novità ritmiche, melodiche e interpretative del canto liturgico tardo e periferico svelano un volto sinora nascosto del tesoro musicale della tradizione cattolica.

I concerti in Svizzera, a ingresso libero, sono organizzati da Cantar di Pietre, capofila svizzero del progetto VoCaTe, con la direzione artistica di Giovanni Conti.

L’evento a Calolziocorte, a ingresso libero, è organizzato dalla Fondazione Luigi Clerici con la direzione artistica di Angelo Rusconi e Res Musica, in collaborazione con la Fondazione Santa Maria del Lavello.

Per informazioni:

L’intero programma degli eventi è consultabile sul sito della Provincia di Lecco.