Lecco, 29 settembre. Tre conferenze per approfondire le più significative mostre del panorama espositivo attuale e un corso che di lezione in lezione presenterà al pubblico un’opera d’arte scelta tra i più grandi capolavori di tutti i tempi. Parte con due rassegne distinte, Conferenze d’autunno e La poesia muta, una nuova stagione di appuntamenti che il Consorzio Brianteo Villa Greppi dedica alla grande arte.

Un’offerta corposa, curata dalla studiosa d’arte e consulente per le arti visive del Consorzio Simona Bartolena, in programma da ottobre a inizio dicembre e promossa con l’intento di avvicinare la cittadinanza all’arte, offrendo gli strumenti per approfondire e conoscere artisti e correnti.

Innanzitutto, come da diverse edizioni, tornano le conferenze pensate in occasione delle maggiori mostre della stagione: con tre appuntamenti in programma per il 2 ottobre a Verano Brianza, il 13 novembre a Besana Brianza e il 4 dicembre a Usmate Velate, Conferenze d’autunno approfondirà rispettivamente il Giapponismo, l’amore nella pittura ottocentesca e Alberto Giacometti. Un terzetto di appuntamenti, questi, tutti in programma per le 21 e tenuti dalla studiosa Bartolena.

Ma la vera novità di quest’autunno è La poesia muta: un ciclo di 5 lezioni che di martedì in martedì (alle 17.30, nell’Antico Granaio di Villa Greppi) proporrà ai partecipanti dei focus su grandi capolavori dell’arte, dalla Cappella degli Scrovegni di Giotto a Les demoiselles d’Avignon di Picasso. Un’iniziativa, questa, che prenderà il via martedì 15 ottobre e che, attraverso l’analisi dell’opera di volta in volta selezionata, indagherà i motivi della sua importanza e della sua celebrità, illustrerà il momento storico-artistico in cui è stata creata e raccontare la biografia dell’artista.

«Apriamo un nuovo progetto per la formazione alle arti – commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Villa Greppi – e inauguriamo da quest’autunno un corso sui capolavori della storia dell’arte. Con questo percorso, aperto e accessibile a tutti, vogliamo incrementare la proposta di formazione culturale che il Consorzio Villa Greppi offre ai cittadini del territorio».

GLI APPUNTAMENTI

Ad aprire Conferenze d’autunno sarà la conferenza di mercoledì 2 ottobre (nella biblioteca comunale di Verano Brianza) dedicata al Giapponismo, ossia l’influenza che l’arte giapponese ha avuto sull’Occidente, in particolare sugli artisti francesi: una conferenza dal titolo “Il Giapponismo”. Come il Giappone influenzò l’arte europea, organizzata in occasione della mostra Impressioni d’oriente, allestita al Mudec di Milano.

Si prosegue mercoledì 13 novembre (nella Serra del parco di Villa Filippini di Besana Brianza) con “Da Hayez a Previati, da Ingres a Millais. L’amore nella pittura dell’ 800”, incontro pensato in occasione della mostra Amore Passione e Sentimento allestita a Palazzo della Meridiana di Genova, mentre si chiude il 4 dicembre (nella Sala Lea Garofalo di Villa Borgia, a Usmate Velate) con “Alberto Giacometti e il suo tempo. La scultura in Europa nel secondo Novecento”, conferenza promossa in occasione della mostra Il tempo di Giacometti, da Chagall a Kandinskij di Palazzo della Gran Guardia di Verona.

Venerdì al corso La poesia muta, le lezioni saranno organizzate secondo il seguente calendario: martedì 15 ottobre “Giotto. Cappella degli Scrovegni”; martedì 22 ottobre “Pieri Della Francesca. Pala Montefeltro”; martedì 5 novembre “Leonardo Da Vinci. La Dama con l’ermellino”; martedì 12 novembre “Caravaggio. Vocazione di San Matteo”; martedì 19 novembre “Édouard Manet. Le Déjeuner sur l’herbe” e martedì 26 novembre “Pablo Picasso. Les demoiselles d’Avignon”.

Per avere maggiori informazioni – Consorzio Brianteo Villa Greppi: info@villagreppi.it | tel. 039 9207160 | www.villagreppi.it.

Le Conferenze d’autunno sono a ingresso libero; il corso La poesia muta è gratuito e si propone una donazione libera per il sostegno dell’iniziativa (consigliata la prenotazione).