Venerdì 27 settembre il Dipartimento di Salute Mentale e il suo Centro Diurno aprono le porte del nuovo giardino di via Ghislanzoni 30/42 per un evento promosso in collaborazione con il Comune di Lecco, il Distretto di Lecco, l’ASST di Lecco e il consorzio stabile Heath Care Management di Milano.

Dalle 18 alle 22 nel tratto di strada delimitato da via Amendola e via Como si terrà “Diversa-mente in strada. Oltre la cura c’è la vita”, una serata eccezionale oltre che un’iniziativa di animazione del quartiere di Pescarenico, con attività sportive in programma all’interno del campus del Polo di Lecco del Politecnico di Milano, touch-rugby e street football dalle 18 alle 19 a cura dei “Tri Agun del Lac de Lec” e, a seguire, la presentazione dell’iniziativa e del suo significato a cura di Enrico Frisone, direttore socio-sanitario dell’ASST di Lecco, Riccardo Mariani, assessore alle politiche sociali, casa e lavoro del Comune di Lecco, Antonio Lora, direttore del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze e Francesco Bombelli, Presidente del Consorzio H.C.M. gestore del Centro Diurno.

“Siamo estremamente contenti di aprirci, in maniera così festosa, a tutta la città di Lecco per questo importante e particolare evento – dichiara Enrico Frisone, Direttore Socio-Sanitario dell’ASST di Lecco.

Un’iniziativa messa in campo e fortemente voluta anche dall’Amministrazione Comunale e da tutti gli attori coinvolti – continua Frisone – con un doppio obiettivo: il primo, aprire alla città l’esperienza del Centro Diurno, a cui troppo spesso siamo propensi a pensare come semplice luogo di cura della malattia mentale; il secondo obiettivo è quello di farlo diventare uno spazio aggregativo, di inclusione, di festa. Perché dobbiamo sempre ricordarci che il benessere della mente passa soprattutto attraverso momenti di conoscenza e di confronto con l’altro, senza distinzioni”.

“Questa bella e importante iniziativa – sottolinea l’assessore alle politiche sociali del Comune di Lecco Riccardo Mariani – si spiega già del suo titolo che sottolinea la necessità di spazi aperti, veri per prendersi cura della salute mentale. Spazi di vita sociale, condivisa, reale che chiama tutti noi ad assumere un diverso atteggiamento e una diversa consapevolezza sui temi che attengono la salute psichica”.

Al termine della presentazione, alle 19:30,  Giovanni Nuti canterà Alda Merini e, alle 20, prenderà inizio lo spettacolo di teatro-danza “Prima che sia notte” alle 20.

Cena all’aperto allestita dal gruppo Alpini di Acquate e animazione musicale completano la serata, durante la quale sarà possibile anche raccogliere materiale informativo presso gli stand allestiti dal Centro Diurno e Centro Psico sociale del Dipartimento di Salute Mentale, associazione ASVAP, Il Girasole, associazione Itaca, Il Giglio, Vigili del Fuoco, Emporio agricolo La Marmora, Associazione Biker Laghèe, Aurora S.F.

In caso di maltempo l’evento sarà rimandato a giovedì 10 ottobre.