Cade per 2 a 0 la Calcio Lecco in casa contro la Robur Siena. Un punteggio che matura nel primo tempo e che viene portato fino al novantesimo. In mezzo tanto bianconero e qualche lampo bluceleste, ma che non porta alla via della rete. Il gol preso al 14’, in una delle primissime occasioni firmate dagli ospiti, ha condizionato inevitabilmente l’andamento del match, che poi non è stato più rimesso nei binari giusti.

Mister Gaburro ci prova a dare una scossa dopo la sconfitta di sabato scorsa, schierando in campo dal primo minuto un inedito 3-5-1-1 con Marchesi alle spalle dell’unica punta Chinellato. La mossa tattica non basta per tamponare l’offensiva del Siena che parte meglio, e lo si capisce sin da subito quando Da Silva impegna Safarikas. Al 14’ ecco la rete dei bianconeri che trovano l’1 a 0 grazie al bellissimo gol di Cesarini, che con un numero supera un paio di blucelesti, prima di bucare Safarikas con un diagonale preciso. Il Lecco prova a reagire e lo fa con Marchesi, che di testa impegna Confente in corner.
I bianconeri non si disuniscono e gestiscono il gioco, mentre il Lecco ci prova con Chinellato e Carissoni, ma senza trovare fortuna. Nei minuti finali i bianconeri trovano la via del raddoppio con Arrigoni che, in seconda battuta, insacca, firmando così un raddoppio pesantissimo.

Nella ripresa Gaburro corre ai ripari e inserisce Capogna e Giudici al posto di Nacci e Procopio, ma la musica non sembra cambiare. Polidori dopo pochi minuti riparte in contropiede e viene fermato solo all’ultimo, mentre al 58’ Cesarini da punizione colpisce in pieno la traversa. Dentro anche Pedrocchi e Maffei con quest’ultimo che sembra il più pimpante. Il 25 lecchese ci prova prima in rovesciata e poi in girata, ma senza trovare lo specchio della porta per pochissimo. Troppo poco per sperare di recuperare una partita che il Siena mette in ghiaccio.

Mister Gaburro spiega la sua scelta tattica: «Modulo? Abbiamo fatto una scelta ben precisa perché avevamo davanti una squadra molto impegnativa. Penso che ci siano state delle risposte positive, anche se alla fine si guarda sempre al risultato e al fatto di aver preso gol. L’obiettivo era quello di reggere e poi fare gli stessi cambi sullo 0 a 0. Penso che in occasione della seconda rete sono stati fatti degli errori che andavano evitati. Ci è mancata la capacità di fare male, come hanno fatto loro, ma dobbiamo riconoscere anche i valori degli avversari perché la differenza era alta».

Il mister non si nasconde e analizza così la situazione: «Sapevamo che era una partita molto fisica e ho schierato la formazione più adatta, se siamo sembrati leggeri, allora qualcosa non ha funzionato. Paura? No, volontà di fare verifiche anche sulle capacità individuali. Va detto, inoltre, che abbiamo incontrato tutte squadre superiori a noi a livello di valori. Probabilmente oggi se non sbagli, la partita si chiude sullo 0 a 0. Presidente? Ha fatto una lettura lucida del match, non c’è nessun problema».

 

TABELLINO

LECCO (3-5-1-1): Safarikas; Malgrati, Merli Sala, Vignati; Procopio (Giudici dal 46’), Nacci (Capogna dal 46’), Segato (Pedrocchi dal 61’), Moleri (Scaccabarozzi dal 74’), Carissoni (Maffei dal 61’); Marchesi; Chinellato. A disposizione: Jusufi, Magonara, Migliorini, Samake, Alborghetti, Nivokazi, Fall. Allenatore: Marco Gaburro.

ROBUR SIENA (3-5-2): Confente, Migliorelli, Arrigoni, D’Ambrosio, Cesarini (Campagnacci dal 77’), Baroni, Gerli (Bentivoglio dal 67’), Oukhadda, Polidori (Guidone dal 68’), Da Silva (Serrotti dal 46’), Panizzi. A disposizione: Ferrari, Ortolini, Varga, Romagnoli, D’Auria, Buschiazzo, Setola, Argento. Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Ammoniti: Moleri, Segato per il Lecco; Gerli, Guidone per la Robur Siena.
Espulsi: Nessuno. 

Arbitro: Sig. Mattia Pascarella (Nocera Inferiore)
Assistenti: Sig. Marco Carrelli (Campobasso) – Sig. Salvatore Emilio Buonocore (Marsala)

Spettatori: 1906 di cui circa 1200 abbonati

(Comunicato  della società Calciolecco)