Una decina, capitanati da Giacomo Zamperini, esponente di Fratelli d’Italia, i militanti lecchesi di questo partito che, assieme all’europarlamentare Carlo Fidanza e agli altri esponenti lombardi, hanno raggiunto Roma per partecipare alla grande manifestazione contro la nascita del “Conti Bis” promossa proprio da FdI. Zamperini stesso ha spiegato:«Una delegazione di Fratelli d’Italia si è recata oggi in piazza per protestare davanti a Montecitorio per manifestare contro la fiducia al Conti bis.

Giacomo Zamperini in mezzo ai militanti di FdI in piazza Montecitorio
Giacomo Zamperini soddisfatto dell’esito delle proteste contro il governo Conte

Mentre chiusi nel palazzo i parlamentari danno vita al governo più a sinistra della storia repubblicana, la piazza ed il popolo manifestano con forza la loro contrarietà. Questo pastrocchio porterà più tasse, la patrimoniale, i porti aperti e lo ius soli. Decisamente ciò che di più lontano c’è nella volontà della gente. Gli italiani meritano di meglio! Già dalle prossime elezioni comunali di Lecco la sinistra ed il M5S raccoglieranno i frutti di questo scempio». E, a proposito di elezioni comunali, Giacomo Zamperini, partito all’alba per essere in piazza insieme al “suo” presidente, Giorgia Meloni, non ha mancato di parlare alla Meloni della prossima sfida elettorale di questa primavera per il rinnovo del consiglio comunale e che potrebbe vedere la riunione di tutte le forze di centrodestra in un unico, grande, schieramento. Si parla oramai con sempre più insistenza di un’alleanza Lega-Forza Italia convergente sul nome dell’ex presidente della Provincia Daniele Nava, con il sostegno del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Piazza. «Tutti quelli che vogliono essere contro questo governo, al Pd e al Movimento 5 stelle – ha concluso Zamperini – devono stare insieme per sconfiggere questa sinistra». Il delegato lecchese ha aggiunto: «Lecco deve essere una start-up della nascita di questo nuovo centrodestra, un laboratorio d’idee per rilanciare il nuovo centrodestra a vocazione sovranista».

E la presidente di FdI Giorgia Meloni dal palco ha tuonato: “Quello di oggi è il nostro “Vaffa Day” contro i 5 Stelle”. Bersagli principali della piazza oltre al Movimento Cinque Stelle nel suo complesso, Luigi Di Maio in particolare e il Pd. Tanto che il deputato di FdI Alessandro Morelli, ha indossato una t-shirt con la scritta “Parlateci di Bibbiano”.