Lecco, 4 settembre. Ieri, martedì 3 settembre, quasi 80.000 attivisti del Movimento 5 Stelle hanno espresso sulla piattaforma Rousseau il loro parere in merito all’alleanza con il Partito Democratico e quindi alla nascita del governo giallo-rosso presieduto da Giuseppe Conte. Il risultato è non lascia ombra di dubbi: i pentastellati hanno detto “sì” con più del 79% di voti favorevoli.

Giovanni Currò, deputato alla Camera per il Consiglio Plurinominale di Como ha commentato il risultato, soffermandosi sulla volontà del Movimento 5 Stelle di agire per interesse non personale, ma dell’Italia e dei cittadini:

“Il voto di ieri registra un nuovo record mondiale di una votazione online certificata. Uno strumento a disposizione di tutti i cittadini che vogliono partecipare attivamente alla vita politica del proprio Paese. Il voto di ieri segna ulteriormente quanto il MoVimento 5 Stelle sia post-ideologo. Coerentemente con quanto detto ai cittadini prima del 4 marzo del 2018, continuiamo a concentrarci sui temi e i problemi da risolvere in Italia. Per questo programma, come per il contratto con la Lega, mettiamo al centro delle discussioni politiche i temi e non le poltrone”.