Alla vigilia della partenza dei lavori di riqualifica al centro sportivo “Al Bione” di Lecco, “Il sole 24 ore” ha stilato la classica delle provincie più e meno sportive d’Italia. Per questo anno Lecco scende di ben 10 posizioni nella classifica nazionale ma resta prima a livello lombardo nel settore:”Atletica leggera” e ben terza a livello nazionale.

La classifica si basa su una serie di parametri che tengono in considerazione principalmente numero di tesserati, società e risultati agonistici.

Sono oltre un centinaio i parametri considerati dai ricercatori di PtsClas per determinare l’”Indice di sportività 2019”. Sono 50 le discipline sportive prese in considerazione. Le graduatorie salgono da 30 a 32. Ne vengono introdotte cinque rispetto alla precedente edizione. Ritornano enti di promozione sportiva, discipline paraolimpiche e sport e storia. Per la prima volta viene considerato:il “tasso di praticabilità sportiva” e il “fattore Sport e cultura”.

Ecco invece le tre classifiche non riproposte.

Sono quelle relative ai risultati delle Olimpiadi invernali 2018 e delle Olimpiadi invernali “all time”, escluse così come il parametro dei giocatori professionisti nel calcio, basket e volley.Giunge a un punto di svolta fondamentale e cruciale il processo di rinnovamento e rilancio del centro sportivo comunale che l'amministrazione si è posta l'obiettivo di riqualificare e valorizzare attraverso un contratto di partenariato pubblico privato. Il maxi intervento di rinnovamento globale della struttura, già selezionato da Regione Lombardia quale progetto pilota con l’obiettivo di creare un polo sportivo e aggregativo d’eccellenza, è infatti inquadrato all’interno degli obiettivi strategici del Documento Unico di Programmazione dell'Ente ed è già stato sottoposto allo studio di fattibilità redatto ed elaborato da Finlombarda Finanziaria per lo sviluppo della Lombardia spa, incaricata da Regione Lombardia per lo svolgimento dell’attività di global advisor in favore del Comune di Lecco. 1907 bione aereaCon l'avviso pubblico pubblicato oggi sul sito internet dell'Ente e sulla piattaforma Sintel di Regione Lombardia, il sistema di intermediazione telematica a supporto delle pubbliche amministrazioni che ospiterà le procedure formali di gara, il Comune di Lecco cerca operatori economici interessati alla riqualificazione e valorizzazione dell'intero centro sportivo comunale polivalente, sia delle componenti indoor, sia delle outdoor esistenti, nonchè di qualsiasi altro aspetto che possa consentire il rilancio della struttura, anche in considerazione degli aspetti legati al contesto, l’efficientamento energetico, il miglioramento viabilistico, i collegamenti pedonali e i relativi parcheggi, nonchè l’inserimento di nuove attività direttamente o indirettamente legate al concept sportivo. Il Comune di Lecco chiede dunque agli operatori economici interessati di presentare una proposta progettuale omnicomprensiva che in ultima analisi consenta di restituire alla collettività un polo sportivo d'eccellenza. "L'amministrazione comunale - sottolinea l'assessore al patrimonio e alle opere pubbliche del Comune di Lecco Corrado Valsecchi - ha varato la procedura atta a raccogliere le manifestazioni di interesse degli operatori economici intenzionati a riqualificare e valorizzare il centro sportivo comunale Al Bione in patnership pubblico/privata. In questi mesi il lavoro svolto dagli uffici ha consentito di accelerare un iter di fondamentale importanza e consentire già da oggi agli attori privati di valutare l'opportunità di partecipare attivamente, sia sul fronte progettuale, sia su quello operativo, e raccogliere la sfida imprenditoriale di realizzare il "nuovo" centro sportivo comunale di Lecco. Oreste Perri, presidente del CONI regionale, durante una recente visita, lo ha definito uno degli impianti sportivi più belli della Lombardia. Siamo consapevoli che necessita di una profonda ristrutturazione, siamo tuttavia anche convinti che, una volta effettuata con il patner privato, sarà per i prossimi decenni un centro di eccellenza sportiva per il territorio e per la nostra regione. Un grazie va a chi ha creduto e supportato questa sfida, fra questi il già assessore regionale allo sport Antonio Rossi, con l'augurio che a questa manifestazione di interesse partecipino i migliori operatori del settore". La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata alle ore 14 del 10 ottobre 2019. A questo collegamento si trovano tutti i documenti relativi al bando di gara e alla procedure di partecipazione.