La facciata di Palazzo Bovara

Hai perso il lavoro? Ti hanno ridotto le ore di lavoro forzatamente? Il tuo reddito è calato sensibilmente, più del dieci per cento rispetto all’anno precedente e per questo non riesci più a pagare l’affitto? I Servizi Sociali dell’Ambito distrettuale di Lecco potrebbero darti una mano. Infatti, attraverso l’Agenzia servizi abitativi, l’ufficio d’Ambito ha pubblicato un avviso pubblico finalizzato alla presentazione di domande di erogazione di contributi ad inquilini morosi incolpevoli ai sensi delle Dgr regionali in materia e Decreti ministeriali. La normativa regionale prevede che i Comuni ad alta tensione abitativa, destinatari originari delle risorse, “possano mettere a disposizione parte o tutte le risorse assegnate per la programmazione di misure gestite dai Piani di Zona, in coerenza con le finalità del fondo per la morosità incolpevole”.

In riferimento a tali disposizioni il Comune di Lecco con deliberazione n. 145 del 06/06/2019 ha disposto il trasferimento all’Ambito della somma iniziale di euro 30.000,00, eventualmente ampliabile a 60.000,00 in caso di esaurimento fondi, per la sperimentazione della misura anche a favore dei Comuni dell’Ambito. Si precisa che tale misura, precedentemente riservata ai Comuni ad alta densità abitativa, viene offerta per la prima volta ai Comuni dell’Ambito e consente di offrire un’opportunità significativa di intervento in situazioni di disagio abitativo maggiormente problematiche (già in fase di sfratto) e con importi più elevati.

Quali sono i comuni coinvolti? I comuni dell’Ambito lecchese, per cui 31: Annone di Brianza, Bosisio Parini, Bulciago, Calolziocorte, Carenno, Castello di Brianza, Cesana Brianza, Civate, Colle Brianza, Costa Masnaga, Dolzago, Ello, Erve, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate, Lecco, Malgrate, Molteno, Monte Marenzo, Nibionno, Oggiono, Olginate, Oliveto Lario, Pescate, Rogeno, Sirone, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Vercurago.

Ma cos’è la cosiddetta “MOROSITA’ INCOLPEVOLE RIDOTTA”? Si intende per morosità incolpevole la situazione di difficoltà/impossibilità, intervenuta successivamente alla stipula del contratto di locazione, a provvedere al pagamento del relativo canone conseguentemente alla perdita o consistente riduzione del reddito del nucleo familiare. La consistente riduzione del reddito familiare è tale quando il calo reddituale incida almeno del 10%.

Se si versa in questa condizione, si potrà fare domanda per accedere al contributo fino ad esaurimento dei fondi disponibili e comunque entro e non oltre il 19 novembre 2019 nel Comune di residenza (compreso nell’elenco dei comuni dell’Ambito di Lecco naturalmente). Informazioni sul bando sul sito del Comune di Lecco e sui siti istituzionali dei  Comuni dell’Ambito Distrettuale di Lecco.