L’Amministrazione Comunale di Valmadrera, a fronte del contributo destinato ai Comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti per investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale ha appaltato i lavori di “Realizzazione di un tratto di marciapiede in Via San Carlo Borromeo – Via Leopardi”.

Un progetto per una spesa complessiva generale di circa 100mila e

uro, in funzione del contributo riconosciuto.

San Tommaso in autunno @comunevalmadera

Le opere previste, finalizzate alla messa in sicurezza stradale, consistono nella realizzazione di un marciapiede in entrambi i sensi di marcia, lungo Via S. Carlo Borromeo, nel tratto compreso tra l’incrocio con Via Leopardi e l’incrocio con le vie Buonconsiglio/Campogrande, e nell’allargamento del marciapiede lungo Via Leopardi, corsia ascendente, tra l’ingresso della Scuola Primaria “G. Leopardi” e l’incrocio con Via S. Carlo Borromeo. I lavori sono stati avviati entro il 15.05.2019, proprio per stare nei “paletti” fissati dal Ministero che subordinava il contributo al rispetto di questo termine. E, avendo cominciato i lavori in tempo, ora il sindaco Antonio Rusconi può anche soddisfare le sempre più pressanti richieste di spazi di sosta in questa zona che porta ai verdi prati di San Tomaso. E, soprattutto, può rispondere all’esigenza di spazi a parcheggio per chi, in particolar modo nei fine settimana, sosta in questa zona per recarsi nelle diverse località montane.

San Tommaso in inverno @comunevalmadrera

Grazie a queste nuove risorse che si sono rese disponibili, è stata fatta una variante ai lavori avviati: verranno così realizzati sia un nuovo parcheggio lungo il lato destro di Via S. Carlo Borromeo salendo (29 posti auto) sia alcuni attraversamenti pedonali rialzati, che daranno continuità ai percorsi dei marciapiedi in progetto; in questo modo verrà raggiunto anche l’obiettivo di garantire il rallentamento dei veicoli in prossimità dell’accesso al polo scolastico e sulla Via S. Carlo stessa. Lo stanziamento per le opere in variante, per 80.000 euro, è previsto nel DUP 2019-2021, sull’esercizio 2019, e le risorse economiche fanno riferimento alle entrate per oneri di urbanizzazione.