Con la testa all’insù non è soltanto l’operazione da fare nel mese d’agosto quando la sera si cerca di intercettare una stella cadente: “Con la testa all’insù” è un festival che si propone di stupire la città di Lecco, trasformandola in un enorme palcoscenico a cielo aperto. Per tre giorni, dal 16 al 18 agosto, si alternano artisti di livello internazionale in una serie continua di spettacoli e performance. Il festival delle meraviglie ad alta quota “Con la testa all’insù” è coordinato dall’associazione culturale Circo e dintorni.

Secondo Festival "Con la testa all'Insù"

Un week-end dal 16 al 18 agosto fatto di magia e di spettacoli itineranti. Un post ferragosto con i fiocchi…

Pubblicato da Lecco FM su Martedì 23 luglio 2019

QUANDO STARE “CON LA TESTA ALL’INSU'”
Da venerdì 16 a domenica 18 agosto la città di Lecco si trasformerà infatti in un palcoscenico a cielo aperto, con la seconda edizione del festival “Con la testa all’insù”, che ospiterà artisti internazionali tra performance, spettacoli, teatro di strada e tanta meraviglia.
La “rassegna delle meraviglie ad alta quota” propone le migliori compagnie specializzate in discipline che giocano con l’altezza: funamboli, trampolieri, teatro di figura, fate e mongolfiere. Un invito per il pubblico a sollevarsi per un momento dagli affanni quotidiani e sperimentare una nuova prospettiva guardando con occhi nuovi lo spazio cittadino.

QUI l’intervista ad Andrea Loreni, funambolo:

Festival "Con la testa all'insù". Parla il funambolo Andrea Loreni

Pubblicato da Lecco FM su Martedì 23 luglio 2019

Il debutto è previsto venerdì alle 18 in piazza Garibaldi con lo spettacolo itinerante Bianche visioni della Compagnia Teatro Scalzo, una parata di artisti sui trampoli in abito bianco con ali luminose, trasformeranno lo spazio urbano interagendo con gli spettatori. Alle 21 La danza della Luna Bianca, nel cielo di piazza Cermenati la meraviglia volerà in alto su una mongolfiera lunare al volteggiare di una fata acrobata, proponendo una sorprendente coreografia nella volta celeste. Una serata, curata dalla Compagnia dei Folli, in cui trampolieri, acrobati sospesi e danzatori su pareti, faranno meravigliare il pubblico al racconto di storie e leggende con effetti speciali.

QUI l’intervista a Mario Serena, direttore artistico di Circo e dintroni e organizzatore del festivial. Serena, proveniente da una grande famiglia nell’arte circense, è nipote di Moira Orfei, e docente di storia dello spettacolo circense e di strada, tra i primi in Italia a occuparsi di nuovo circo.

Alessandro Serena organizzatore del festival "CON LA TESTA ALL'INSÙ"

Pubblicato da Lecco FM su Martedì 23 luglio 2019

BASTA ALZARE LO SGUARDO
Guardare in alto è un atto fortemente simbolico: significa sollevarsi per un momento dagli affanni quotidiani e cercare nuove strade non convenzionali per vivere la propria vita, staccarsi dalla visione consueta e osservare tutto con occhi diversi. Lo spettacolo ad alta quota assume ancora più forza se fatto in montagna, un paesaggio, come quello della città di Lecco, che ha fatto dell’altezza la sua stessa ragione di vita. Queste performance danno spazio all’immaginazione, restando in equilibrio tra cielo e terra, tra voli di fantasia e realtà.
Dai più piccoli ai più grandi, tutti possono vivere un’esperienza indimenticabile.

Basta alzare lo sguardo e rimanere con la testa all’insù.