Grande entusiasmo ieri mattina a Carenno dove una ventina di giocatori blucelesti, tra confermati e nuovi, ha raggiunto la Valsanmartino e si è posta agli ordini di Mister Marco Gaburro e del suo vice Giambattista Boffetti. Nuovo il preparatore, Carlo Simonelli, nuovo il massaggiatore, Alessio Maroni, nuovo il medico sociale, Chiara Airoldi, nuovo il preparatore dei portieri, Roberto Pavesi e nuovi anche alcuni giocatori: Matteo Chinellato (centravanti), Alessandro Bacci (portiere), Luca Giudici (ala), Federico Marchesi (centrocampista) e l’ultimo arrivato, Rilind Nivokazi, attaccante classe 2000 in prestito dall’Atalanta e di origini kosovare. Prima avevano confermato la loro presenza anche per questa nuova avventura in serie C: Safarikas (portiere), i difensori Magonara, Alborghetti, Malgrati, Carboni, Merli Sala; i centrocampisti Segato, Moleri, Pedrocchi; gli attaccanti D’Anna, Capogna, Lisai. Ed è tra i probabili confermati anche Ali Badra Samake del Torino che arriverebbe a Lecco però nell’ambito della complessa trattativa per fare di Matteo Procopio un nuovo terzino (classe 1996) bluceleste. I due affari sono strettamente legati, a quanto è dato di capire.

A Carenno anche il direttore generale Angelo Maiolo e quello sportivo Mario Tesini. Le prime parole di Marco Gaburro: «Siamo un cantiere. Siamo una ventina con alcuni elementi delle giovanili ma altri cinque-sei arriveranno in corso di ritiro o anche più in là. Non dobbiamo pensare di essere già il gruppo definitivo, però dobbiamo fin da subito attrezzarci per essere pronti alla sfida che ci attende: l’anno scorso le vincevamo quasi tutte e i problemi erano minori. Ora dovremo imparare anche a difenderci, a rimontare, ad affrontare difficoltà che nel cammino della scorsa stagione mai ci eravamo trovati a dover sostenere. Se non nella coda delle finali scudetto. Lì abbiamo capito come potrà essere il nostro campionato in serie C: sempre combattuto e molto difficile». Prima amichevole del Lecco sabato, in famiglia, Lecco A contro Lecco B alle 17,30 a Carenno.